Era stata presentata nel 1948 a Milano: era un prototipo che suscitò l’interesse della Pirelli, ma la produzione in serie non ebbe mai inizio. Oggi La Moto Major, monocilindrica da 347 cc, è custodita in Germania, nel Deutsches Zweirad- und NSU-Museum, ma è stata protagonista del Trofeo BMW Group dedicato alle motociclette storiche a Villa Erba: la Moto Major, infatti, ha ricevuto il Primo Premio assegnato dalla Giuria, Best of Show del Concorso d'Eleganza.

La storia - L’ingegnere Salvatore Maiorca di Torino si era fatto un nome nella costruzione di carrelli di atterraggio per aeroplani. Per ironia della sorte, la sua idea più importante di una ruota con molleggio interno tramite elementi in gomma integrati si concretizzò invece su questa motocicletta. Per la realizzazione della carrozzeria aerodinamica e del motore poté appoggiarsi al reparto aviazione Fiat. Il progetto rimase però allo stadio di prototipo.

Gli altri premi - Anche il pubblico accorso nei giardini di Villa Erba ha potuto esprimere la propria preferenza tra le motociclette in concorso. Il riconoscimento - il Trofeo Villa Erba, assegnato per Referendum Pubblico - è andato al sidecar Brough Superior SS80, prodotto a Nottingham, in Inghilterra, nel 1939 e presentato in concorso dallo svizzero Daniel Kessler.

Menzione d’onore assegnata dalla Giuria alla Indian Twin-Cylinder, bicilindrico a V del 1907 di proprietà di Frank Grahl (Germania).