Come ti trasformo una Aprilia RSV4 in una motoslitta da 217 CV VIDEO

Come ti trasformo una Aprilia RSV4 in una motoslitta da 217 CV VIDEO

Su Instagram, i ragazzi di the.mechatist hanno postato un filmato che mostra la trasformazione della superbike italiana in un mostro da neve

Redazione - @InMoto_it

I ragazzi di the.mechatist (così li trovate su Instagram) hanno abituato i loro follower a diverse avventure spericolate. L’ultima ha a che fare con la neve e con una Aprilia RSV4. Spieghiamoci meglio. Nel video che trovate qui sotto si vedono i ragazzi all’opera: questa volta hanno costruito una sorta di motoslitta montandovi il motore V4 di 1.099 cc della superbike italiana. Ecco come ci sono arrivati.

Gli interventi

Il propulsore è di quelli che sull’asfalto promette un bel divertimento: 217 CV e 125 Nm di coppia a 10.500 giri/min. Ma come siamo arrivati alla motoslitta? Prima di tutto smontando la Aprilia RSV4. Via le ruote, impianto frenante, sistema di scarico, carene e tutti gli altri altri elementi non utili all’obiettivo, ovvero ridurre al massimo il peso. Via anche forcella e forcellone, al loro posto sono arrivati pattino e cingolo: per farlo, the.mechatist hanno lavorato al tornio un nuovo perno e hanno fissato il cingolo al fulcro dove un tempo stava il forcellone. Non solo. Hanno poi realizzato anche altre componenti meccaniche, tra cui il sistema di sterzo del cingolo. Il pattino è a sua volta collegato a una nuova forcella WP a steli rovesciati, a cui sono state montante le piastre della forcella originali ora modificate.

Poi è stata la volta della trasmissione, sempre a catena, ma con alcuni interventi: è stata infatti allungata. Il nuovo sistema di scarico, invece, è dotato di un terminale centrale, che sta dietro ai cilindri. Spazio anche a nuove pedane. Della superbike sono infine rimasti intatti strumentazione, manubrio e comandi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da The Mechatist (@the.mechatist)

APRILIA: C'È LA FASATURA VARIABILE NEL FUTURO DELLA RSV4

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento