Riuscirà la produzione di Mission: Impossible 7 a terminare le riprese del film? La pellicola con protagonista Tom Cruise, la cui uscita è prevista il 19 novembre 2021, sta incontrando molti ostacoli sul suo cammino. A iniziare la sfortunata serie di inconvenienti ci ha pensato il Coronavirus, obbligando la troupe a interrompere le riprese e a stravolgere i piani stabiliti (come è successo a moltissimi altri film). Pochi giorni fa, una nuova tegola sul settimo episodio della saga: un incendio, al termine di una scena in moto, ha devastato il set in Gran Bretagna, danneggiando la scenografia costata la bellezza di 2 milioni di dollari.

Tom Cruise su BMW G 310 GS sul set di Mission: Impossible 7

Qualcosa è andato storto

Le foto pubblicate su Twitter dal Daily Mail (via Valentine-Bridger per SplashNews) mostrano moto e pilota (lo stuntman) in volo dopo il salto da una rampa. La scena purtroppo è finita male: nonostante la pianificazione attenta e dettagliata, è divampato un incendio. Il motivo? A quanto sembra, lo stuntman sarebbe dovuto atterrare sui cuscini, a differenza della moto per cui era previsto uno schianto a poca distanza. Le cose non sono andate come previsto e anche la due ruote è caduta sui cuscini di sicurezza, che hanno preso fuoco. Per domare il rogo è stato necessario l’intervento di diversi camion dei vigili del fuoco dell'Oxfordshire Fire Service. Nessun ferito, ma parte del budget è andata in fumo e si sono accumulati ulteriori ritardi nelle riprese. Mission: Impossible 7 vedrà mai la fine?