Da quando si è presentata a EICMA 2019, la Bimota Tesi H2 è nei pensieri di tutti gli appassionati. Nell’attesa di vederla sul mercato, continuano i test e le prove di affinamento e, per nostra gioia, ogni tanto spunta fuori qualche video che la vede impegnata in pista. Le ultime immagini mostrano l’esemplare dal motore sovralimentato Kawasaki con una veste provvisoria nera. Ma non è questo che ci interessa, bensì tutto quello che si vede e si sente, dal video che Bimota ha pubblicato sulla proprio pagina Facebook, grazie alla action camera posizionata vicino alla ruota anteriore (con vista privilegiata sul lavoro del forcellone anteriore).

Un giro con la Tesi H2. La rivoluzione continua. A lap on the Tesi H2. The revolution continues.

Pubblicato da Bimota su Venerdì 10 luglio 2020

Quasi completa

Sembra che la Tesi H2 sia quasi completa. La creatura nata dalla collaborazione tra Bimota e Kawasaki (che possiede il 49% dall’azienda di Rimini) è spinta da un 4 cilindri in linea sovralimentato con compressore centrifugo di 998 cc e da 230 CV, mentre per la ciclistica è stato pensato di ispirarsi alla Tesi 3D, emblema Bimota. Dal video e dalle foto pubblicati sulla pagina Facebook del marchio sembra che tutti i dettagli siano al loro posto: dal supporto per la targa, con tanto di indicatori a Led, alle luci anteriori e posteriori, passando per gli specchietti retrovisori. Catturano l’attenzione anche le piccole luci anteriori, montate su entrambi i lati della carenatura: delle foto sembrano quasi due zanne che sporgono, ma non è chiara la loro funzione.

Insomma, i dettagli dovrebbero essere quasi al 100%, non resta che aspettare la presentazione ufficiale e il lancio sul mercato. Nell’attesa, godiamoci il suono di questi 230 CV.

Bimota TESI H2, il grande ritorno