I cinquantini: piccoli sogni per sentirsi grandi (e "Social" negli anni '90)

I cinquantini: piccoli sogni per sentirsi grandi (e "Social" negli anni '90)

Chi non ha avuto un "cinquantino" in famiglia? Per molti dei i quarantenni/cinquantenni di oggi erano veri compagni di vita e la porta d'ingresso nel mondo delle due ruote

William Toscani

Rappresentavano la libertà, la prima vera possibilità di essere indipendenti e di potersi muovere a proprio piacimento. I fatidici quattordici anni, necessari per poter guidare il cinquantino, erano un traguardo atteso e agognato, un momento che rappresentava uno spartiacque tra il prima e il dopo. Cantava bene Vasco Rossi: “E adesso che non ho più il mio motorino, che cosa me ne faccio di una macchina...”. Oggi non è più così – purtroppo – ma per chi è stato un teenager negli anni ‘80 e ‘90 (ma anche gli anni '70 videro spopolare tante proposte per i giovanissimi) questi amici a due ruote sono stati il trampolino di lancio verso l’indipendenza, la possibilità di ritrovarsi con gli amici. Insomma quello che rappresentano i Social oggi.

Oggi, repressi dalla sempre più turbolenta giungla urbana e dai vari oneri che gravano su un mezzo per definizione "economico" o "Entry level" (come si usa dire), sono ridotti quasi a un fenomeno di nicchia. 

I motorini degli anni '90 FOTO

I motorini degli anni '90 FOTO

Rappresentavano la libertà, la prima vera possibilità di essere indipendenti e di potersi muovere a proprio piacimento. I fatidici quattordici anni, necessari per poter guidare il cinquantino, erano un traguardo atteso e agognato, un momento che rappresentava uno spartiacque tra il prima e il dopo. Cantava bene Vasco Rossi: “E adesso che non ho più il mio motorino, che cosa me ne faccio di una macchina...”. Oggi non è più così – purtroppo – ma per chi è stato un teenager negli anni ‘80 e ‘90 (ma anche gli anni '70 videro spopolare tante proposte per i giovanissimi) questi amici a due ruote sono stati il trampolino di lancio verso l’indipendenza, la possibilità di ritrovarsi con gli amici. Insomma quello che rappresentano i Social oggi.

Guarda la gallery

I MODELLI STORICI

Impossibile elencare tutti i cinquantini che sono transitati sulle nostre strade o sono finiti nelle mani dei giovani di ieri. Di certo alcuni sono stati delle vere e proprie pietre miliari che hanno lasciato più di un ricordo. Il Fifty della Malaguti, prodotto a San Lazzaro di Savena dal 1974 al 1997 in svariate versioni, è stato uno dei modelli più amati dagli adolescenti degli Anni ‘90. Sicuramente è stato anche uno dei più identificativi rientrando nella tipologia dei “tuboni”, così definiti in gergo per la forma particolare del telaio realizzato intorno a un unico tubo di grossa sezione (che funge anche da serbatoio) a cui inferiormente è appeso il motore.

PICCOLE STELLE

E poi gli scooter 50 degli anni '90. Mezzi piccoli, ma agressivi e tecnologici. Dalle variopinte livree e grinta da vendere. 
Piaggio NRG, lo Scarabeo, Aprilia SR ed Amico, Benelli 491, MBK Booster, Gilera Typhoon, Cagiva City e Italjet Dragster i compagni di una giornata. Il tutto accompagnato dal sound (e dagli odori) del motore a 2 tempi.

Senza dimenticare le piccole moto come Aprilia RS ed RX 50, Malaguti RST, Gilera 503 o Eaglet, o gli ibridi come Gilera Bullit: lo stile di un tubone ma con la ciclistica di una piccola sportiva.

Nelle prossime settimane, sulle pagine web di InMoto.it andreamo alla scoperta di quei piccoli bolidi, intanto vi lasciamo alle immagini e ad un video realizzato lo scorso anno in quel di Imola in sella ad alcuni degli scooter 50 più famosi degli anni '90.

Un giorno da leoni: a Imola con gli scooter 50 anni '90 VIDEO

Un giorno da leoni: a Imola con gli scooter 50 anni '90 VIDEO

A Imola con i 'cinquantini' che hanno segnato un'epoca. Sul tracciato dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari rivivono gli anni '90 grazie a variopinte livree ed anche al sound, quello del motore 2 tempi

Guarda il video

 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento