Uno degli elementi fondamentali del motociclismo? Senza dubbio il desiderio di coprire itinerari alternativi: battere stradine poco conosciute, magari per sentirsi l'aria ed il calore del sole addosso, respirare profumi ed odori della campagna, senza alcun filtro.
Queste splendide sensazioni iniziano ad appannarsi e per molti sono già ricordi lontani.

Il boom dell'enduro ha avuto origine negli Stati Uniti, ma si è compiuto agli inizi degli anni '80 soprattutto in Francia ed Italia, e da qui è rimbalzato nel resto dell'Europa. Le Enduro, soprattutto quelle protagoniste di questo confronto "vintage", un tempo in voga sulle nostre strade, donavano (e donano) un grande indipendenza e duttilità negli spostamenti. Vere "Cavallette" con le quali si cavalcava da soli per ore alla scoperta di posti affascinanti quanto ignoti ai più, ed assaporare il gusto dell'avventura anche se magari non più lontano dei confortevoli sentieri fuoriporta. Erano moto facili, divertenti e ben fruibili da larghi strati di pubblico.

Al cancello di partenza di questa nostra prova parallela c'è la panoramica di quanto di meglio offriva il mercato nel settore alle fine degli anni '80, e tutte caratterizzate dall'essere monocilindriche.

Voltiamo pagina e riscopriamole insieme!