Moto Morini X-Cape Vs. Suzuki V-Strom Vs. Kawasaki Versys: la nuova sfida delle crossover 650

Moto Morini X-Cape Vs. Suzuki V-Strom Vs. Kawasaki Versys: la nuova sfida delle crossover 650

Fresca fresca di presentazione, la nuova Moto Morini X-Cape 650 punta a un ruolo da protagonista nel segmento delle crossover bicilindriche di fascia medio/bassa, e lancia il guanto di sfida alle altre due seiemmezzo della categoria: V-Strom e Versys

Nel giro di pochi giorni abbiamo assistito a due importanti presentazioni nel mondo delle crossover italiane: prima la Tuareg 660 di Aprilia e poi la Moto Morini X-Cape 650. Due moto che condividono il numero di cilindri e la cubatura molto simile, ma non la stessa fascia di prezzo. Se il prodotto di Noale punta a un segmento medio/premium, quello di Trivulzio occupa la fascia medio/bassa del mercato e i contenuti tecnici la rendono un'ottima rivale per altre due protagoniste del mercato nel segmento delle crossover, ormai capisaldi della categoria da anni: la Suzuki V-Strom 650  XT e la Kawasaki Versys 650.

La categoria di mezzo della categoria di mezzo

Perchè mettiamo Morini sullo stesso piano di Suzuki e Kawasaki? Fondamentalmente perchè l'arrivo della X-Cape calamita di nuovo l'attenzione su un segmento che pareva essere destinato a una fine certa, quello delle 650 bicilindriche dalla seduta alta. Simbolicamente, avere una nuova concorrente delle ormai mature V-Strom e Versys crea un nuovo interesse attorno a una fascia che possiamo definire superiore rispetto alle supereconomiche Benelli TRK, e Voge Valico, ma una gradino sotto rispetto a quelle che sono definite le vere medie con cilindrata superiore a 700cc (nella quale rientra anche la Tuareg 660 che ha prestazioni e dotazioni superiori). Questo significa una sola cosa: fra le medie da 500 e quelle >700, il mondo delle 650 ha ancora qualcosa da dire, e tutta l'attenzione che X-Cape sta calamitando su di sè ne è una prova palese.  

I 650cc non sono l'unica cosa che hanno in comune Morini, Kawa e Suzuki, ma è anche una dotazione elettronica basilare ma presente: in attesa di conoscere le chicche tecnologiche di X-Cape, possiamo dire che tutte e tre hanno l'ABS e che V-Strom ha anche il controllo di trazione (in due posizione + disinserito), ma in tutti questi casi non andiamo oltre i controlli più semplici. La V-Strom condivide con la X-Cape il cerchio da 19", i pesi sono tutti oltre i 200kg, o meglio 213kg a secco per l'italo/cinese e 213kg in ordine di marcia per la giapponese, mentre la Versys punta a una ciclistica 100% stradale con ruota anteriore da 17" e peso di 216kg. Rispettivamente le potenze sono di 60CV per la X-Cape, 70CV per la V-Strom e 69CV per la Versys

In un confronto diretto la X-Cape vincerebbe?

Kawasaki Versys 650 2021 - FOTO

Kawasaki Versys 650 2021 - FOTO

Nuovi colori e omologazione Euro5 per la crossover di Akashi

Guarda la gallery

Ragionando in termini di soldi, pur avendo moto molto simili è la X-Cape ad essere un gradino sopra le altre, offrendo anche il prodotto più economico: si parla di 7.290 euro per la versione di lancio (per la versione con cherchi a raggi), mentre la Versys parte da 8.040 euro e la V-Strom da 8.840 euro. Fra le due 19" c'è un bel distacco ma possiamo comunque includerle nella stessa categoria anche per fascia di prezzo, perchè le 500 stanno sotto i 7.000 e le medie più premium non le troviamo al di sotto dei 9.000 euro.

La X-Cape rimane un bocconcino succulento se in un confronto diretto con queste altre due si dovesse dimostrare all'altezza in quanto a finiture e piacere di guida. Dai dati ufficiali sappiamo per certo che paga solo un pochino di prestazioni ma è anche l'unica del lotto con il display TFT a colori di ultima generazione. Se mettiamo tutto questo sulla bilancia, la sfida è senza dubbio interessante. 

Non dimentichiamo anche un altro importante aspetto: sia V-Strom che Versys sono moto dalla lunga carriera alle spalle, che durante gli anni sono state affinate e rese molto affidabili, con tanto di grosse comunità di appassionati di questi modelli che tengono alto il nome delle rispettive serie. La V-Strom è senza dubbio il "pesce grosso" per la X-Cape, perchè non solo è una sfidante diretta per via del 19" anteriore ma è anche una moto che non si schioda dalla top20 delle moto più vendute da parecchi mesi. Il compito è arduo per la nuova arrivata... gli occhi sono tutti puntati su di lei!

Moto Morini X-Cape 650: LE FOTO della prova in OFF-ROAD

Moto Morini X-Cape 650: LE FOTO della prova in OFF-ROAD

La trattabilità del motore rende la guida lontano dall'asfalto davvero poco stressante. Chi è agli inizi non si sentirà mai in difficoltà: le perdite di aderenza, quando si affonda il gas, sono sempre controllabili; allo stesso modo, rimane margine di manovra per i più smaliziati, che andranno a cercare la parte alta del contagiri per ottenere reazioni più muscolari.

Guarda la gallery
  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento