Prova i monopattini e fugge: ladro seriale denunciato (anche dalle Iene)

Prova i monopattini e fugge: ladro seriale denunciato (anche dalle Iene)

Contattava i venditori e fuggiva al giro di prova: messi a segno oltre 30 furti a Roma. Sul caso è intervenuta anche la trasmissione di Italia Uno

Redazione - @InMoto_it

Una trentina di monopattini elettrici rubati nella maniera più semplice possibile: contattare i venditori online, organizzare un incontro per concludere l’affare e fuggire durante il giro di prova. Questo è quanto successo a Roma, dove il ladro è stato denunciato i primi di ottobre 2021 da una delle vittime, un esperto di sicurezza, capace di rintracciarlo in rete. Sul caso sono intervenute anche “Le Iene” con un servizio di Luigi Pelazza, riuscito a incastrare il colpevole con un telecomando speciale.

La trappola delle Iene

La iena, fingendosi un venditore di monopattini, è entrato in contatto con il ladro, con l'intento di farlo cadere nella trappola organizzata e smascherarlo. Come da prassi, l'uomo ha messo in atto il copione: con la scusa di un giro di prova, è salito a bordo del mezzo e ha immediatamente tentato la fuga. Fuga, questa volta, non andata a buon fine perché Pelazza ha spento il monopattino a distanza, bloccando il ladro. Di fronte al fatto compiuto, questi si è trovato in grave difficoltà, ma non ha ammesso il reato: "Che ho fatto? Mica sono scappato!". Ma alle insistenze della iena di recarsi dai carabinieri, l'uomo è fuggito in auto

Monopattini elettrici tra furti e incidenti

Questo è uno dei tanti casi che ha coinvolto i monopattini elettrici dalla primavera 2020, momento dal quale questi mezzi hanno conosciuto un vero e proprio boom nelle grandi città, soprattutto tra i più giovani, ma bisogna fare attenzione, perché dall’essere una soluzione parziale alla mobilità possono trasformarsi facilmente e rapidamente in un mezzo molto pericoloso: nella sola Capitale si è registrato a settembre un aumento del 400% di incidenti gravi.
Monopattini elettrici protagonisti involontari anche della recente manifestazione “No-Greenpass”, dove sono stati usati come arma di guerriglia urbana dai manifestanti.

Intanto sul proprio sito la Polizia di Stato lancia l’allarme e “invita tutti gli utenti del web a prestare molta attenzione e a segnalare, immediatamente, alle autorità competenti, i casi in cui ravvisino modalità analoghe a quelle sopra segnalate, ovvero abbiano dei dubbi sulla modalità della trattative intercorse”.

Monopattini, divieto under 18, assicurazione e casco: è scontro politico

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento