I monopattini di Helbiz sono sbarcati da appena un giorno sulle strade di Bari, ma l’accoglienza non è stata delle migliori. Dei 250 monopattini distribuiti dall’azienda e destinati allo sharing già sette sono fuori uso: due sono stati rubati e cinque distrutti. E siamo solo al primo giorno.

Monopattino elettrico, tutti lo vogliono: ma servono regole

Le parole del sindaco

Il primo a manifestare scontento e delusione per la quanto accaduto è il sindaco di Bari, Antonio Decaro che si è sfogato tramite un lungo post sul suo profilo Facebook: "Lo so, alcuni di voi staranno pensando: 'E cos'altro ti aspettavi?’. Ecco, io mi aspetto civiltà. Io mi aspetto rispetto. Io mi aspetto che la mia città e i miei cittadini mi facciano sentire orgoglioso, ogni giorno, di essere il sindaco di Bari. Oggi invece io mi vergogno. Mi vergogno per questa gente che continua a provare a distruggere i nostri sforzi e i nostri sogni. E mi vergogno anche per quelli che, con una rassegnata accondiscendenza, in fondo, li giustificano, come se fosse una cosa normale. Cosa mi aspetto? Mi aspetto che Bari diventi una città europea, moderna, pulita, civile".

Monopattini elettrici, ancora problemi: in due a bordo

Parole dure nei confronti di un’azione che non ha giustificazioni. Ognuno ha il suo parere rispetto al servizio dei monopattini sharing, ma comportamenti del genere non hanno alcun senso. Decaro conclude con fermezza: "E non mi arrendo. Come non si arrendono i tanti tra voi che invece di chiedersi: 'E che ti aspettavi?' ogni giorno mi dicono: 'Coraggio, vai avanti'. Andiamo avanti insieme. Siamo più forti, siamo di più".

Quanto andranno avanti, invece, i 243 monopattini di Helbiz? Si accettano scommesse.

Due rubati e cinque distrutti. È questo il bilancio del primo giorno del servizio di sharing dei monopattini. Lo so,...

Pubblicato da Antonio Decaro su Martedì 7 luglio 2020