Alicia: con lo Scrambler su e giù per l’Africa

Alicia: con lo Scrambler su e giù per l’Africa

Una motociclista spagnola ha percorso 15.000 km dall’Etiopia al Sudafrica, vincendo il premio "Viaggio dell’anno 2018". Raccolti 5.000 per una ONG umanitaria. Non è la prima volta per Alicia: aveva percorso i cinque continenti ed era stata l’unica donna europea e spagnola di questo secolo ad aver girato il mondo in moto

Fiammetta La Guidara

Alicia Sornosa è motociclista spagnola nata a Madrid nel 1973, è appassionata di sport motoristici o "rischiosi": dallo snowboard alla vela. Con l’obiettivo di compiere una missione umanitaria, Alicia ha percorso 15.000 km in Africa in sella al suo Scrambler Urban Enduro e per il suo viaggio avventuroso, che ha avuto un forte eco in Spagna, ha ricevuto il premio della Società Geografica Spagnola quale “Il Viaggio dell’anno 2018”, che le è stato consegnato personalmente dal Re Filippo VI di Spagna durante una cerimonia ufficiale.

Alicia: su e giù per l’Africa con lo Scrambler - LE FOTO

Alicia: su e giù per l’Africa con lo Scrambler - LE FOTO

Una motociclista spagnola ha percorso 15.000 km dall’Etiopia al Sudafrica, vincendo il premio ‘Viaggio dell’anno 2018’. Raccolti 5.000 per una ONG umanitaria

Guarda la gallery

MISSIONE UMANITARIA - Con il suo Scramber Ducati, la spagnola ha attraversato l’Africa dall’Etiopia al Sudafrica, attraversando la spina dorsale dell'Africa orientale. Il viaggio, che Alicia ha svolto con fini di solidarietà, è partito da Addis Abeba, in Etiopia, e ha attraversato Kenya, Tanzania, Malawi, Mozambico, Lesotho, fino ad arrivare in Sudafrica a Città del Capo. Alicia Sornosa ha donato i 5.000 euro raccolti con questo viaggio ad una ONG umanitaria che opera in Africa. 

Tante avventure ed emozioni, che hanno permesso ad Alicia di vivere un’esperienza incredibile e di compiere un viaggio impegnativo ma gratificante, richiamando l’attenzione sui problemi che, purtroppo, affliggono il continente africano.

IN COMPAGNIA - Alicia ha percorso i 15.000 chilometri in compagnia di un altro grande viaggiatore spagnolo, Polo Arnaiz (già protagonista del giro del mondo in moto nel 2013-2014), anche lui in sella ad uno Scrambler, un Desert Sled. Le moto hanno affrontato e superato il tragitto senza tanti imprevisti, a parte il cambio degli pneumatici a metà percorso e due forature non hanno avuto nessun inconveniente o problema tecnico, permettendo loro di raggiungere Città del Capo.

Già nel 2013 Alicia aveva percorso in moto i cinque continenti ed era stata incoronata come l’unica donna europea e spagnola di questo secolo ad aver girato il mondo con la sua moto.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento