Tre eventi progettati offrire agli appassionati dell’adventouring nuovi momenti ed esperienze: l’idea deriva dal successo dell’HardAlpiTour. Gli organizzatori, Over2000Riders, hanno deciso infatti di creare la HAT Series, che si compone di tre viaggi-avventura in moto: HAT Pavia-Sanremo, HAT Sestriere Adventourfest e HAT Sanremo-Sestriere.

HAT Pavia – Sanremo, 18-20 maggio - La novità di quest’anno è rappresentata dalla HAT Pavia-Sanremo, un nuovo evento di turismoavventura che si snoderà tra Lombardia, Piemonte e Liguria. Sulla base dei valori di avventura, solidarietà e passione che contraddistinguono il mondo HAT, la nuova Pavia-Sanremo porterà gli appassionati dell’avventura in moto in cerca di nuove esperienze su strade inesplorate.

Due i percorsi studiati per questa prima edizione: la classic di circa 450 km, che nella filosofia HAT prevede anche una parte di percorrenza in notturna, e la Discovery di circa 390 km, con ristoro e sosta notturna previsti a Sassello (Savona). Con partenza da Pavia, in posizione privilegiata nella Pianura Padana, le tracce porteranno i motociclisti lungo il Po, per poi tagliare verso sud e continuare verso Ovada, giungendo ai primi rilievi dell’Appennino Ligure-Piemontese e all’inizio dei sali-scendi. Dopo la sosta a Sassello, il percorso continuerà verso Altare, con il lungo sterrato della Colla di San Giacomo fino a Garessio, al passaggio sul Colle di Nava e alla discesa verso il mare di Sanremo. Il livello di difficoltà dei due percorsi sarà ‘facile’, con la presenza di qualche tratto più impegnativo. L’evento, come da regolamento FMI Adventouring, sarà aperto alle maxi-enduro mono e bicilindriche di peso superiore ai 150 kg. La prima edizione della HAT Pavia-Sanremo prevede un numero massimo di 100 partecipanti ed un costo d’iscrizione a partire da 240 euro. 

HAT Sestriere Adventourfest – 29 giugno–1 luglio - Giunto alla sua 6a edizione è un evento consolidato alla scoperta dei percorsi della Valle di Susa, storica via d’accesso dall’Occidente europeo alla Pianura Padana e all’Italia, caratterizzata da opere militari che ne testimoniano le architetture militari dal ‘700 a oggi. Una rete di rotabili d’alta quota, forti, avamposti, caserme e punti d’osservazione che si fronteggiano ad altezze dai duemila ai tremila metri di quota. Tre giornate di evento con campo base a Sestriere, un appuntamento propedeutico all’inizio della pratica del turismo-avventura.

Tre i percorsi studiati e guidati dalle guide ufficiali I.G.A.S.T FMI, che si snodano nei punti più panoramici della zona: la strada dell’Assietta, le montagne del Seguret, il colle del Colomion, le Valli Argentera e di Thures, i Monti della Luna. La novità di quest’anno è costituita dalla possibilità di percorrere gli itinerari aperti al transito, utilizzando le tracce GPS fornite dall’organizzazione, per provare a navigare in perfetto stile Adventouring. Anche per questa sesta edizione sono aperte al transito, per i soli iscritti alla manifestazione, alcuni tracciati sui Monti della Luna e alle pendici del mitico monte Chaberton, e si ha la possibilità di partecipare ad un’avventura in notturna lunga 12 ore, un itinerario di 250 km con traccia GPS sulle strade sterrate d’alta quota.

Hardalpitour HAT Sanremo – Sestriere, 7–9 settembre - La decima edizione si conferma sul percorso Sanremo-Sestriere con nuove iniziative per essere ancora più interessante. Partenza da Sanremo: il Casinò ospiterà i partecipanti nel suo teatro in occasione della HAT Night e del briefing. Per la decima edizione il programma inizierà presto: giovedì 6 settembre si comincerà con Hat Ecobike Challenge, un evento con biciclette a pedalata assistita sulla pista ciclabile Sanremo-San Lorenzo a Mare, ideale per prepararsi fisicamente e divertirsi con familiari e amici. Sempre giovedì, sarà inaugurata una mostra dedicata alle moto e all’avventura, organizzata insieme al Comune di Sanremo.

Tre le versioni del percorso: la versione Extreme partirà il venerdì sera e terminerà a Sestriere la domenica pomeriggio. Un viaggio di circa 40-42 ore su di un percorso di circa 920 km, che i partecipanti percorreranno in autonomia, contando sulle risorse del proprio team, usufruendo del supporto logistico dei punti ristoro previsti e della sosta/riposo al coperto, dove si effettuerà la registrazione del passaggio.

La versione Classic, con i suoi 580 km circa, sarà leggermente più lunga e impegnativa. Beneficerà di alcuni cambiamenti di percorso che aumentano la parte fuoristrada, tagliando così alcuni lunghi trasferimenti su asfalto.

La versione Discovery rimane l’opzione più adatta per chi vuole partecipare alla HAT con più tranquillità, grazie ad un percorso più corto e alla sosta notturna, vivendo allo stesso tempo l’atmosfera dell’evento e le sue emozioni. Avrà una durata di due giorni e sarà possibile parteciparvi sia singolarmente sia in gruppi di minimo due piloti.

Le iscrizioni apriranno ufficialmente giovedì 18 gennaio 2018.

Qui maggiori informazioni.