È mattina presto quando ci lasciamo alle spalle il traffico di Oristano; la destinazione finale di oggi è Isola Rossa ma i circa 200 km che ci separano dalla meta nascondono uno dei tratti di strada più famosi e frequentati della Sardegna: la litoranea Bosa-Alghero. Un susseguirsi sincopato di curve e controcurve impreziosite da un panorama che lascia senza fiato. 

PURO DIVERTIMENTO - Qui lascio correre la mia V-Strom 1000, godendomi il tiro del bicilindrico e la precisione di una ciclistica molto svelta (e resa ancor più agile dalla rotondità del profilo dei pneumatici Anlas che abbiamo utilizzato per questo viaggio). 
Il gruppo mi segue, appena sfilacciato. Non ci sono deviazioni fino ad Alghero e lasciamo che ognuno si goda la strada all'andatura che ritiene più consona. Mi fermo per qualche foto e vedo scorrermi affianco i miei compagni di viaggio ed intuisco quanto si stiano divertendo. 

STINTINO - Attraversiamo velocemente la cittadina di Alghero puntando Stintino dove pranzeremo e troveremo il tempo di concederci un rinfrescante bagno nelle meravigliose acque della spiaggia "La Pelosa", giustamente affollata.
Prima di rimetterci in marcia ci godiamo le carezze di un venticello fresco che smuove appena i teli da mare. Abbiamo solo qualche ora: l'hotel Torreruja di Isola Rossa ci aspetta, magnifico e accogliente come sempre.