Comincio da due: la prova della nuova naked Benelli BN302

La fusione tra il know-how della fabbrica pesarese e la potenza produttiva del gruppo QJ, proprietario di Benelli, sta maturando i propri frutti e uno di questi è la piccola naked BN 302, una bicilindrica in linea di 300 cm3 che non ha troppo da invidiare alle concorrenti di segmento, visto che al primo approccio ci è parsa mantenere le promesse fatte. La sua grande forza è il prezzo super concorrenziale:  3.890 €, a cui va aggiunta pure una garanzia di 3 anni. Questo la dice lunga su quanto i tecnici pesaresi credano nell’affidabilità di questa moto. Le velleità della BN302 non sono quelle di alta gamma, ma risultano più che buone per chi voglia debuttare nel mondo delle moto senza impegnarsi in spese troppo importanti. La BN302 è totalmente prodotta in Cina, adotta un bicilindrico a 4 valvole DOHC che dichiara 38 CV a 10.000 giri, mentre la ciclistica comprende un telaio a traliccio disegnato a Pesaro, doppio disco anteriore con pinze a 4 pistoncini e un forcellone tradizionale con monoammortizzatore laterale. La moto è pensata principalmente per i mercati asiatici, quindi ha sella bassa (meno di 800 mm dal suolo), questo la rende molto adatta ad un pubblico femminile. Facile, agile e con il carattere di una due tempi, visto l’obbligo di spremere il propulsore sopra i 7.500 giri per ottenere spinta, questa Benelli si presta bene ad essere la prima compagna di giochi dei motociclisti in erba di ogni età. Se volete saperne di più trovate la prova completa sul numero 5 di InMoto. Intanto godetevi la nostra gallery qui sotto! Andrea Toumaniantz