Test Voge Trofeo 500AC, i voti del #SottoEsame

Test Voge Trofeo 500AC, i voti del #SottoEsame#sottoesame

L’offensiva cinese non si ferma e anzi aumenta senza sosta. L’ultima arrivata è questa Trofeo 500AC, una moto dal gusto retrò che si guida bene e che costa il giusto

Negli ultimi due anni, alcuni processi hanno subito un’accelerazione sconcertante; un esempio pratico è la qualità delle moto cinesi. Prima, dire “moto cinese” era considerato quasi offensivo. Oggi non è più così. Oggi i cinesi propongono moto belle e piacevoli da guidare, gamme composte da prodotti completi e comunque sempre economici. Forse non brilleranno per originalità, ma come biasimarli? Da decenni ormai ci affidiamo alla loro manodopera per produrre qualunque progetto…ma torniamo alle moto: una delle novità più interessanti è sicuramente questa Voge Trofeo 500AC, una moto di stampo classico guidabile anche con patente A2 (come attualmente tutte le moto del Marchio Voge). Curiosi di sapere come se l’è cavata al nostro #SottoEsame?

VOGE TROFEO 500AC: DESIGN

Si dice che il fenomeno cafè racer/special/scrambler sia già passato di moda, eppure le moto di questa categoria attirano sempre sguardi interessati. E ci riesce bene anche la Trofeo. Realizzata partendo dalla naked Brivido, la Trofeo è decisamente più originale e ricercata. Colpisce per le sue linee morbide e delicate, oltre che per la fanaleria completamente a LED. Forse a livello di finiture non è ancora a livello della migliore concorrenza giapponese, ma non manca molto. VOTO 7,5

VOGE TROFEO 500AC: CONTENUTI TECNICI

La sostanza c’è eccome, nel caso della Trofeo. Sotto le sue forme classiche batte un bicilindrico fronte marcia di 471 cc di cilindrata con distribuzione DOHC, capace di 47 CV a 8.500 giri e una 44,5 Nm. È comandato da un acceleratore con comando a cavo. Il motore è avvolto da un solido telaio in tubi di acciaio, che lavora con una forcella Kayaba UD e un monoammortizzatore regolabile nel precarico. AI freni ci pensa Nissin, con due dischi di 298 mm all’avantreno; gli pneumatici sono Pirelli Angel GT montati su cerchi di 17 pollici. A livello di tecnologia, si segnala la strumentazione TFT a colori che, tra le altre cose, mostra la temperatura del liquido refrigerante, l'indicatore pressione e temperatura pneumatici e la tensione batteria; sul display è possibile visualizzare anche il collegamento bluetooth che permette di identificare la chiamata in entrata. Non manca una presa USB. VOTO 7

VOGE TROFEO 500AC: PRATICITÀ E COMFORT

L’ergonomia è senza dubbio uno dei punti forti della Trofeo 500AC. Ci si trova subito a proprio agio. La sella è ben imbottita ed è bassa da terra (810 mm), il busto rimane quasi verticale, il manubrio è largo (anche se ha un raggio di sterzo un po’ ridotto), la strumentazione è piacevolmente luminosa. Destreggiarsi coi suoi 185 kg a secco tra le macchine in coda è abbastanza naturale. I comandi rispondono delicatamente, soprattutto il freno anteriore, e le sospensioni filtrano quasi qualunque ostacolo. VOTO 8

VOGE TROFEO 500AC: PIACERE DI GUIDA

Nel segmento delle moto per neopatentati A2, questa Voge Trofeo 500AC potrà sicuramente dire la sua. Perché costa poco ma offre molto, in termini di piacevolezza. Ha dettagli abbastanza ben curati, un design morbido e ammiccante, una guida equilibrata. Con i cerchi in lega di 17 pollici è più simile a una naked che a una scrambler, ma è decisamente più comoda. Non essendo caricati sull’avantreno, si direziona agendo sul manubrio con la forza di un dito, piuttosto che uscendo col busto. È davvero facile condurla, anche perché il bicilindrico non strappa e vibra poco (e solo agli alti). E a tal proposito, il motore è un campione di regolarità. Non ha particolare forza ai bassi-medi regimi, ma spinge con costanza per poi accendersi agli alti, dove sfodera un allungo insistente. I comandi sono morbidi, ottimi per evitare antipatiche chiusure di sterzo nelle frenate tipiche della città, ma manca mordente quando si spinge un po' di più, magari su quella strada tutta-curve dietro casa. Quello che però convince tutti è la competenza del reparto sospensioni. Non è un mostro di agilità nel fiondarsi alla corda (quantomeno, non come altre sue concorrenti), ma una volta in piega assicura al pilota sempre un’ottima stabilità. Di sicuro parte del merito va alle Pirelli Angel GT di primo equipaggiamento, una scelta eccellente, che tra l’altro si dimostrano ottime compagne anche sotto la pioggia (come è capitato durante la nostra prova). VOTO 7,5

Test Voge Trofeo 500AC, LE FOTO DELLA PROVA

Test Voge Trofeo 500AC, LE FOTO DELLA PROVA

L’offensiva cinese non si ferma e anzi aumenta senza sosta. L’ultima arrivata è questa Trofeo 500AC, una moto dal gusto retrò che si guida bene e che costa il giusto. Ecco le foto della prova

Guarda la gallery

VOGE TROFEO 500AC: RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

Considerato quanto offerto, la Trofeo ha un prezzo da hard discount: 6.290 euro (in promo a 500 euro in meno), disponibile grigia oppure nera. Accessori? Per ora, non sono previsti. VOTO 9

VOGE TROFEO 500AC: CONCLUSIONI

Voge è nata dal nulla pochi anni fa, eppure sembra avere le idee già molto chiare. Tra l’altro in Italia il Marchio è distribuito da Padana Sviluppo S.p.A., che già in passato ha contribuito a far conoscere il marchio Kymco in tutta Italia. Ora è il turno di Voge, che sembra avere tutte le carte in regola per fare bene fin da subito. La Cina è sempre più minacciosa. VOTO FINALE 7,8

Royal Enfield Meteor 350: outsider che piace

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento