La nuova Hayabusa si evolve ma mantiene le caratteristiche che l’hanno sempre distinta. Poche altre moto al mondo suscitano riverenza come la focosa sport tourer di Suzuki. Fin dalla prima versione si è imposta come il simbolo stesso della velocità, con quelle sue forme stondate e aerodinamiche. Dalla prima, folle, versione del 1999 sono passati oltre vent’anni, ma nonostante ciò ad Hamamatsu hanno deciso di non rivoluzionare il progetto.

PRESTAZIONI ED EMOZIONI

Accelerazioni furiose e velocità supersoniche. Il tutto, però, tenuto a bada da un'elettronica sofisticata di ultima generazione. Dopo una lunga attesa, il "falco pellegrino" (questo il significato di Hayabusa in giapponese) torna finalmente a regalare emozioni agli amanti delle prestazioni assolute. Scopriamo insieme cosa cambia e come va in questa video-prova.

Roma Motodays 2021 non si farà: rinviato ufficialmente a marzo 2022