Più aggressiva, almeno nella linea, la nuova Moto Guzzi V9 Bobber Sport si ispira direttamente ai mezzi che un tempo venivano usati nelle gare su terra, antesignane delle competizioni dirt Track. L’occasione per l’unveiling è l’ Open House 2018, appuntamento irrinunciabile per ogni amante del marchio dell’Aquila, che animerà lo storico stabilimento di Mandello del Lario durante il prossimo weekend.

TRATTO DISTINTIVO DI QUESTA NUOVA VERSIONE, oltre al look total black e ai grossi pneumatici oversize, è soprattutto la sella monoposto ribassata, che abbinata al consueto manubrio basso drag bar sorretto da riser più corti, porta ad assumere una più accentuata posizione di guida “low ride”, raccolta e sportiva. Ad impreziosire la dotazione ciclistica, ammortizzatori Öhlins regolabili nel precarico molla e nell’idraulica in estensione e compressione, mentre il tipico sound del bicilindrico 850 Moto Guzzi è sottolineato dagli scarichi slip-on omologati verniciati in nero opaco e con fondello in alluminio e caratterizzati, nella parte terminale, da una slanciata sagomatura obliqua.

LA SPECIALE COLORAZIONE DEDICATA, un inedito e grintoso arancione, ricopre il serbatoio - con l’aquila Moto Guzzi realizzata in una particolare finitura brunita - e si estende anche ai fianchetti in alluminio. Le tinte dark tipiche della Bobber, qui sono estese ad altri particolari quali le alette di raffreddamento motore, il tappo del serbatoio in alluminio ricavato dal pieno, la cornice del faro anteriore e la grafica della strumentazione.

ALTRI ACCORGIMENTI SPECIFICI donano al frontale della nuova Moto Guzzi V9 Bobber Sport ancora più personalità: il parafango anteriore è stato opportunamente accorciato, mentre il faro in posizione ribassata è avvolto da un rastremato cupolino in alluminio nero. Gli steli della forcella, infine, sono protetti da classici soffietti in gomma.