Moto, rate e finanziamenti: non sono previste proroghe

Moto, rate e finanziamenti: non sono previste proroghe

Se durante il lockdown della scorsa primavera i pagamenti erano stati sospesi, oggi non è più così. Chi ha acquistato una due ruote con finanziamento deve portarlo a termine: e intanto la crisi incombe

Redazione - @InMoto_it

Coronavirus e proroghe, un binomio che in questi mesi abbiamo imparato a conoscere piuttosto bene. La pandemia e le conseguenze provocate hanno reso necessario prolungare tante scadenze, ma questo discorso non vale per pagamenti e finanziamenti in corso, anche per il settore delle due ruote. Se nel lockdown della scorsa primavera tutto era stato sospeso, da alcune settimane a questa parte, i pagamenti vanno portati di nuovo a termine, nonostante la forte crisi economica in atto.

Arriva Motoweek: una settimana a tutto gas con In Moto e Motosprint

Le conseguenze

Rate da rispettare e pagamenti regolari da portare a termine per chi ha acquistato moto o scooter, come il contratto comanda. Qualora ciò non venisse rispettato la conseguenza sarebbe la segnalazione automatica al Sistema delle Informazioni Creditizie, l’insieme della banche dati che contengono ogni informazione riguardante l’onorabilità dei pagamenti, e quindi l’impossibilità per il soggetto in questione di accedere a ulteriori finanziamenti, oltre a eventuali pignoramenti e procedure esecutive per i finanziamenti in essere.

Le difficoltà

Con l’attuale crisi economica, le posizioni sempre più precarie e il moltiplicarsi di lavoratori in cassa integrazione (tutte situazioni peggiorate dalla pandemia), molte persone hanno difficoltà a portare a termine impegni presi in precedenza. Senza una nuova moratoria, dunque, non si prospetta un futuro facile.

Honda CMX1100 Rebel DCT: la custom tecnologica

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento