Benelli TRK 502, richiamo per problemi al monoammortizzatore

Benelli TRK 502, richiamo per problemi al monoammortizzatore

Ecco come procedere per sostituire il componente difettoso della enduro pesarese, e perché è opportuno non sottovalutare il guasto

Redazione - @InMoto_it

E anche per la moto più venduta d'Italia è arrivato il momento, dopo le gioie, dei..."dolori". Se così possiamo definire il primo richiamo ufficiale di Benelli per la sua TRK 502. La crossover pesarese, sempre al vertice delle classifiche di vendita delle due ruote nel nostro Paese, ha infatti un problema al monoammortizzatore.

QUAL È IL PROBLEMA

L'unità, se sottoposta a condizioni particolari, soprattutto fuoristrada, potrebbe subire una perdita di liquidi ed eventualmente anche rompersi. Bisogna quindi contattare il proprio centro di assistenza e farsi sostituire il componente difettoso. Le spese sono a carico di Benelli, ovviamente.

Benelli TRK 502, nuovi accessori per la regina d'Italia

La stessa Benelli ha già contattato i clienti in possesso dei modelli interessati al richiamo. Ci si può tuttavia collegare al sito internet della Casa e, nella sezione dedicata, inserire il numero di telaio della propria moto per verificare se anch'essa è coinvolta nel problema, che riguarda sia la TRK 502 che la TRK 502 X. Quest'ultima è maggiormente coinvolta: a differenza della versione base, infatti, monta delle sospensioni specifiche per l'offroad e un monoammortizzatore posteriore centrale regolabile in idraulica, estensione, compressione e precarico molla.

Benelli TRK 502 2021 | FOTO

Benelli TRK 502 2021 | FOTO

La versione stradale della adventure della casa di Pesaro, all’alba del prossimo anno proporrà l’aggiornamento con omologazione Euro 5 e una serie di nuovi interventi tecnici ed estetici condivisi con la versione “off-road” della serie, la TRK 502 X.

Guarda la gallery
  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento