Era così bella che quel viso e quel corpo non potevano rimanere soltanto in televisione. Raffaella Carrà, che si è spenta il 5 luglio 2021 all'età di 78 anni a causa di una malattia, posava anche per i calendari, e in qualche occasione le due ruote erano parte integrante.

1966: IL CALENDARIO VESPA

Icona della tv italiana, capace di ricoprire con bravura e professionalità diversi ruoli: conduttrice, cantante, ballerina. Una vera donna di spettacolo. Raffaella Carrà ha accompagnato diverse generazioni attraverso il tubo catodico. Comincia la carriera negli anni '50, nel decennio successivo è già così famosa che Piaggio la sceglie come una delle testimonial del calendario Vespa 1966. Occhio alla data: siamo nel bel mezzo del boom economico italiano, di cui la Vespa è probabilmente il simbolo, assieme alle auto Fiat. Posare per quel calendario, assieme allo scooter più famoso della storia - e farlo assieme a dive come Margaret Lee o Joan Collins -, fa intuire il prestigio di quel servizio, in cui la Carrà posa in costume accompagnata dall'iconico modello.

1970: IL CALENDARIO LAMBRETTA

Nel 1970, poi, ci penserà Lambretta a rispolverare Raffaella Carrà nel ruolo di pin-up d'eccezione. Un calendario in cui la showgirl bolognese posa per diversi mesi e in differenti pose e look: ancora in costume, o con abiti psichedelici, l'effetto è sempre lo stesso, quello di una profonda sensualità, che ben si combina allo stile della Lambretta.

Donne vip in moto - LE FOTO

Raffaella Carrà e le due ruote, un binomio evidentemente meno noto di un Tuca Tuca, meno popolare di Tanti Auguri, ma presente, vivo e rimasto nella storia, appeso per tanto tempo nelle case degli italiani, quegli italiani che l'hanno tanto amata.