L'arrivo nei concessionari è previsto per aprile 2021, ma nel frattempo, a Borgo Panigale, è cominciata la produzione della nuova Ducati Monster. Alla fase di assemblaggio del primo esemplare uscito dalla linea di produzione hanno assistito anche i piloti MotoGP Pecco Bagnaia, Enea Bastianini e Luca Marini, che si sono recati in fabbrica per osservare in prima persona la nascita del nuovo modello.

NUOVO TELAIO, NUOVA CICLISTICA

La nuova versione del Monster è completamente riprogettata rispetto al modello classico: telaietto, cerchi, forcellone e soprattutto il telaio, non più l'iconico a traliccio, bensì un front frame in alluminio con motore portante, concettualmente simile a quello della Panigale V4 e più leggero di 4,5 kg rispetto al precedente. Questo lavoro effettuato sulla ciclistica, insieme a un alleggerimento di 2,6 kg sul motore, ha portato il peso a secco del Monster a soli 166 kg.

Ducati Monster, è arrivata la rivoluzione

IL TESTASTRETTA SPINGE

Motore che poi sarebbe il Testastretta 11° da 937cc bicilindrico a L con distribuzione desmodromica da 111 cv a 9.250 giri/min con coppia di 9,5 kgm a 6.500 giri/min. Grazie alla maggiorazione della cilindrata rispetto alla versione da 821 cc, la coppia è migliorata a tutti i regimi, in particolare a quelli medio bassi, che risultano i più utilizzati normalmente su strada e tra le curve. Di serie la trasmissione Ducati Quick Shift Up/Down. Migliorata l'ergonomia, la tecnologia e il comparto elettronico, mentre Sport, Urban e Touring sono i tre Riding Mode.

COLORI E DISPONIBILITÀ

Il nuovo Monster è disponibile nei colori Rosso Ducati e Dark Stealth con ruote nere e Aviator Grey con ruote Rosso GP. Per chi desidera una sportività ancora più accentuata, è presente negli stessi colori anche la versione Monster Plus, con il cupolino e la cover per la sella del passeggero di serie. La moto è disponibile anche in versione depotenziata per i possessori di patente A2. In Italia, inoltre, su tutte le Rosse di Borgo Panigale a 35 kW, Ducati offre un'agevolazione di 1.000 euro sul prezzo di listino.

Oki100, in India 'massacrano' un mito come la Ducati Monster