La Suzuki GSX-R1000R Legend Edition nasce dalla volontà di Suzuki Italia di celebrare i successi storici nel Campionato del Mondo MotoGP. Da dove arriva lo spunto? Dalla vittoria di Joan Mir. Nasce così questa serie speciale, disponibile in sette differenti colorazioni, due delle quali rendono omaggio a Barry Sheene, Campione del Mondo della Classe 500 nel 1976 e nel 1977.

Le sette meraviglie Suzuki: la GSX-R 1000 R si veste di leggenda

1976 e 1997

Sono due livree speciali, si ispirano ai trionfi Suzuki ottenuti dal compianto Barry Sheene nel 1976 e 1977. Non è un caso, infatti, che sulla parte frontale del casco ci sia la figura di Paperino, immagine a cui il pilota era particolare legato, e ci sia il numero 7 su entrambe le livree a lui dedicate. La versione 1976 della GSX-R1000R Legend Edition si rifà al look della RG500 XR14 con cui Sheene vinse proprio quell’anno il primo Mondiale della Classe 500 per Suzuki (con ben quattro gare di anticipo). I colori sono quelli del Team Heron: prevalenza di bianco e rosso e a separare una striscia bicolore gialla e nera. Gialla è anche la grande S che appare sul serbatoio. La 1977, di conseguenza, si ispira alla RG500 con cui il pilota inglese vinse il secondo campionato consecutivo. La Suzuki dell’epoca era un’evoluzione della moto del ’76, e lo stesso vale per la Legend Edition. Abbiamo nuovamente il bianco e il rosso del Team Heron, ma con l’aggiunta di grandi scritte nere Suzuki e un maggior utilizzo del giallo che aumentano la dinamicità della grafica.

Il carattere di GSX-R1000R

È la sportiva giusta per creare un collegamento tra la strada e il mondo del Motorsport” dicono da Suzuki riguardo alla GSX-R1000R che fa da base per la Legend Edition. Adatta anche all’utilizzo quotidiano, “in questa moto confluiscono tutta l’esperienza maturata nel tempo da Suzuki sulle piste di tutto il mondo e molte soluzioni tecnologiche sviluppate per la GSX-RR da MotoGP”. A dimostrarcelo è, per esempio, il sistema di fasatura variabile delle valvole SR-VVT (in grado di ottimizzare l’andamento della curva di erogazione, ai bassi come agli alti regimi). Ma quali sono le prestazioni della GSX-R1000R? Ha una potenza massima di 202 CV a 13.200 giri e un picco di coppia di 118 Nm a 10.800 giri. A questo si aggiunge un pacchetto completo di dispositivi elettronici di ultima generazione per sfruttarne al 100% le potenzialità. Abbiamo di base il controllo elettronico della trazione regolabile su 10 livelli, il quickshifter bidirezionale con auto-blipper, il launch control e l’Abs con funzione cornering, che regola il suo intervento in funzione dell’angolo di piega. Ma quanto cosa questa Legend Edition? 22.500 euro, compresivi del silenziatore Akrapovic e del monoposto in tinta.

Come prenotarla

Andando sul web store Suzuki, basta scegliere la livrea che si desidera, poi il concessionario, inserire la propria mail e infine versare l’acconto (500 euro con PayPal oppure con carte prepagate, di credito o di pagamento). Dopo l’invio di un’e-mail di conferma, il cliente sarà ricontattato dal concessionario per perfezionare l’acquisto e concordare la consegna.

Rewind, Suzuki GSX-R 1300 Haybusa: fatta per volare