BMW mette in atto una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda le trasmissioni, aspetto che ha sempre visto al lavoro gli ingegneri del Marchio tedesco. Il dubbio tra ridurre o azzerare la manutenzione delle trasmissioni, oggi, sembra aver trovato una risposta definitiva che si chiama catena M Endurance. La sua particolarità sta nel non essere rigida come la trasmissione ad albero, ma esattamente come questa non necessita di manutenzione.

Com’è fatta

Ma com’è fatta la nuova - esclusiva di BMW - catena M Endurance? Proprio come le catene sigillate, anche in quella della Casa tedesca c’è uno strato di lubrificante permanente tra perni e rullini, intorno gli OR a fare da tenuta, con il vantaggio che la catena non va lubrificata periodicamente. Stesso discorso, in larga parte, per la regolazione della tensione (operazione di solito necessaria a causa dell’usura).

L’upgrade

A rendere innovativa la catena è l’utilizzo di un nuovo materiale di rivestimento dei rullini, il carbonio tetraedrico amorfo (conosciuto anche come ta-C o come diamante industriale). Grazie alle sue caratteristiche di durezza e resistenza, il diamante industriale non si consuma, oltre ad avere un coefficiente di attrito davvero ridotto. Cosa significa? Vengono meno le necessarie operazioni di lubrifcazione e anche lo sporco causato dagli schizzi di lubrificante.

M Endurance, in dimensione 525, è al momento disponibile come optional per i modelli S 1000 RR e S 1000 XR, ma per chi fosse interessato c’è anche la possibilità di ordinarla separatamente. Da BMW fanno inoltre sapere che in futuro la nuova catena sarà disponibile anche su alti modelli del Marchio.

Nuovo brevetto per BMW: telaio in carbonio con forcellone integrato