L'approvazione del Decreto Milleproroghe renderà operativa, dal 1 marzo 2020, la regolamentazione delle modalità di utilizzo e circolazione dei monopattini elettrici. Dopo le varie proposte presentate, forse, si è finalmente giunti a una sintesi definitiva su una tematica, la cui applicazione, ha suscitato non poche polemiche laddove era stata avviata una sperimentazione territoriale.

Monopattini elettrici, modalità e norme di circolazione

Il decreto Milleproroghe conferma l'equiparazione dei monopattini elettrici alle biciclette con una potenza massima di 0.50 kW. Dispositivi con una portata superiore non sono ammessi. Chi circola con mezzi non omologati può incorrere in una sanzione da 200 a 800 euro con confisca e possibile distruzione del veicolo. Viene confermato l'obbligo di guida per i conducenti con limite di età a 14 anni.

Se minorenni, è obbligatorio l'utilizzo del casco protettivo. La circolazione è consentita nelle aree pedonali, sulle strade urbane dove è previsto il limite dei 50 km/h e sulle strade extraurbane, in quest'ultime però solo in presenza di piste ciclabili. Nelle aree in cui è consentita la circolazione, i monopattini non possono superare i 25 km/h in carreggiata e i 6 km/h nelle aree pedonali.

Gli obblighi per il conducente dei monopattini

Oltre all'obbligo del casco per i minorenni, i conducenti non possono trasportare sul monopattini altre persone, oggetti o animali, hanno l'obbligo di mantenere le mani ben salde sul manubrio durante la guida con unica deroga in caso di segnalazione della direzione di marcia e di dotarsi di giubbotti e accessori riflettenti durante la circolazione notturna. A riguardo, il conducente stesso deve provvedere affinché sul mezzo siano attivi sistemi di illuminazione anteriori e posteriori. Infine, in caso di circolazione in gruppo, i conducenti devono procedere nel senso di marcia in un'unica fila e mai essere affiancati in numero superiore a due. Il mancato rispetto delle fattispecie suddette può essere sanzionato con una multa da 50 a 200 euro.

Monopattini, le regole per il noleggio

Il Decreto Milleproroghe contiene anche indicazioni sui servizi di noleggio e sharing in modalità free floating dei monopattini a propulsione elettrica. A riguardo viene derogata la regolamentazione del servizio a provvedimenti emanati dalle amministrazioni comunali con i quali deve essere stabilito il numero di licenze di noleggio attivabili, il numero massimo di mezzi circolanti, le modalità di sosta degli stessi, le eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree cittadine e l'obbligo di assicurazione per i veicoli.

La posizione dell'Asaps

Giordano Biserni, presidente dell'Asaps (Associazione sostenitori Polstrada) ha commentato l'ormai prossima introduzione delle regole di circolazione sui monopattini: "Monopattini e dispositivi di micromobilità elettrica devono essere utilizzati con la massima attenzione e i conducenti non possono pensare di guidare come se fossero un giocattolo, a cui tutto è consentito. Servono i controlli da parte degli organi di polizia stradale, affinché non avvengano gravi incidenti, e aver individuato le norme da applicare sicuramente potrà servire ad aumentare la sicurezza stradale. Le città - prosgue Biserni - devono preparasi al possibile assalto di questi nuovi veicoli con la buona stagione, e i comuni dovranno predisporre anche campagne informative e di sensibilizzazione come avviene in quei Paesi europei dove già li utilizzano."

RC Auto, compagnie non applicano la Familiare: esposto Codacons