Ci si prepara al gran debutto. Negli stabilimenti Aprilia di Scorzè una nuova linea produttiva è stata allestita e dedicata al montaggio dei motori, in particolar modo a quello della RS 660. La nuova bicilindrica veneta, che ha fatto il suo debutto in versione definitiva ad EICMA, rappresenta un punto fondamentale per il rilancio di Aprilia sui mercati.

Ed a questo proposito, dato il grande clamore che ha suscitato fin dalla sua prima apparizione ad EICMA 2018 come concept, si è deciso di potenziare i reparti produttivi con una linea di montaggio che si occuperà soprattutto del motore bicilindrico. Secondo quanto riportato da La Nuova Venezia, gli operai impegati dovrebbero essere una trentina.

NON SOLO RS 660

Una unità che vedremo, da qui al prossimo futuro, su altri modelli di Casa Aprilia in arrivo: oltre alla RS, che arriverà sui mercati ad inizio estate, anche la prossima naked Tuono 660 oltre alla Tuareg, la media enduro che vedremo in versione concept in autunno ad EICMA 2020.

Tre proposte diverse accomunate dal medesimo motore, un bicilindrico parallelo da 100 CV (95 per la Tuono) per un tridente di attacco che lascia ben sperare i tanti appassionati e fan della casa veneta.

 

Dal Concept alla strada: le moto che vedremo nel 2020