Il Museo Morbidelli di Pesaro è in vendita da febbraio per i troppi problemi economici, ma non si è fatto avanti nessun investitore, fino a che non è arrivato Francesco Bazzani: un commerciante veneto di mobili, ma soprattutto grande collezionista e appassionato di moto. L'idea di Bazzani è quella di prendere le moto del museo Morbidelli, trasferirle a Modena ed unirle alle sue 200 moto (tra cui la Indian che venne regalata in America a Giacomo Puccini), così da creare una nuova mostra su due ruote.

FRANCESCO BAZZANI ha inviato un delle lettere al ministro della Cultura Dario Franceschini e al sindaco di Pesaro Matteo Ricci affinché possa riuscire nel suo intento. Nonostante l'imprenditore sia Sanguinetto di Verona, avrebbe l'intenzione di spostare il museo a Modena perché non solo dispone di un capannone di 3.000 metri quadrati, ma perché ha anche un grande parcheggio e delle aree adiacenti che potrebbero essere sviluppate per farci attività di contorno al museo, compreso un hotel. Inoltre, l'Emilia è la terra dei motori ed oltre a moltissimi appassionati ci sono il museo Ferrari, la Lamborghini e la Maserati.

LE MOTO sono un patrimonio unico, delle opere d'arte, ma da agosto le moto del museo Morbidelli sono bloccate in Inghilterra. Per questo a metterci i soldi non dovrebbe essere solo Francesco Bazzani, ma anche il Ministero dei Beni Culturali. L'idea dell'imprenditore è quella di far nascere il più grande museo di moto d’Europa.