Peugeot Scooters, che quest’anno celebra i 120 anni dalla sua fondazione, si è distinta spesso come pioniere di molte innovazioni. Oggi il brand lancia una campagna promozionale in collaborazione con lo street artist parigino Jordane Saget e una partnership con il Rex Club di Parigi.  

La campagna è dedicata interamente a Django, lo scooter neo-retro del brand, che si sta indirizzando verso il mondo elettro-pop.  Moderno e urbano, è parte della cultura pop e dei suoi temi creativi, che stanno dettando il trend del futuro.

LA VISIONE DI SAGET - Peugeot Django è un modello che prende ispirazione direttamente dal modello S55, il primo scooter del brand del Leone che ancora influenza la storia del marchio. 

Un po' anticonformista, lo scooter fornisce carta bianca all’immaginazione, come fa Jordane Saget, street artist parigino.  Durante la sua creazione, egli disegna linee curve, immaginando sia le strade della città sia le variazioni nella musica tratte da The Last Port, un giovane artista della scena elettronica francese che ha composto il sound track appositamente per il progetto.

Tramite numerosi e rapidi colpi di gessetto, Jordane Saget disegna linee curve e offre ai viaggiatori l’opportunità di prendere parte ad un’esperienza artistica, combinando l’obiettivo di Peugeot Django: mostrare la città da differenti angolature.

La silhouette iconica dello scooter è visibile durante l’opera, tuttavia viene rivelata solo alla fine del video; come se Django avesse delineato il suo percorso. 

Il REX CLUB - In contemporanea a questa collaborazione, in occasione dell’anniversario dei 120 anni, Peugeot Scooters è anche partner nell’anniversario dei 30 anni dalla formazione del Rex Club: il tempio parigino della scena elettro-pop e degli artisti emergenti. Come parte di tutto ciò, l’emblematico artista di street art, Noé Two, che firmò per la prima volta in assoluto la locandina d’anniversario del Club, personalizza Django in un modo originale: un esempio del coinvolgimento dello scooter nel cuore del “tocco artistico francese” (musicale, urbanistico, etc).

Tutti questi entusiasti e istintivi “talenti” sono il target verso cui Peugeot vuole indirizzarsi, come simbolo di una generazione curiosa e positiva che sta provando a pensare fuori dagli schemi e a trasformare l’ordinario in esperienza.