Una rider donna si è aggiudicata il concorso promosso da Harley-Davidson e che si è svolto nel periodo compreso fra il 1° maggio e il 30 giugno 2017,  che ha visto come protagonista la gamma Dark Custom. Il concorso si è concluso con un esito che sottolinea l’importanza del pubblico femminile per il successo dei modelli Dark Custom di Harley-Davidson. Manuela Ritzberger-Grillo, austriaca residente nella provincia di Gorizia, aveva prenotato  la prova di una H-D Street 750 presso il concessionario Nik’s Harley-Davidson di Fiume Veneto (Pordenone). Nello stesso giorno in cui Manuela ha effettuato la sua prova, il marito aveva provato proprio una Iron 883, ovvero la moto che era in palio per il concorso e che è stata vinta dalla rider.

IL CONCORSO - L’iniziativa Dark Custom Demo Campaign ha dato la possibilità di provare alcuni dei modelli più significativi della attuale offerta Harley-Davidson al pubblico interessato a conoscere più da vicino il mondo Harley-Davidson e i suoi prodotti. Sono state 8.288 le prove effettuate presso le concessionarie delle reti ufficiali Harley nei diversi Mercati dell’area EMEA. Di queste, ben 1.886 sono state effettuate in Italia, a testimonianza dell’importanza della gamma Dark Custom per il mercato nazionale e di come il pubblico italiano sia sensibile ai valori principali della proposta Dark Custom, che sono in primo luogo stile moderno, possibilità di personalizzazione e versatilità.

UN PALLINO DA SEMPRE - Manuela Ritzberger-Grillo, classe 1962, è motociclista da poco – avendo iniziato a 50 anni. “Ho cominciato tardi ma è un pallino che ho da sempre”, dice. “Solo che prima, quando ero più giovane, in famiglia erano assolutamente contrari al fatto che io potessi guidare la moto. Poi, con il passare degli anni e gli impegni di vita, ho continuamente rimandato la cosa. Fino al momento in cui ho dovuto rifare la patente e a quel punto ho fatto anche la A. E adesso non ho neppure più la macchina, faccio tutto in moto".

“Quando ho ricevuto la telefonata che mi annunciava la vincita del premio non ci volevo credere!” spiega. “Mi sono fatta dare più dettagli che ho potuto perché pensavo che mi stessero prendendo in giro! E’ stata una sensazione fortissima, una delle cose più belle che mi siano capitate in questa fase della mia vita”, confessa la vincitrice.