Zig Zag Scooter Sharing alla conquista di Roma

Zig Zag Scooter Sharing alla conquista di Roma

Ben 3.000 noleggi nel primo trimestre. Dal 10 ottobre parte una promozione per i nuovi iscritti: la prima mezz'ora è gratis.

Redazione - @InMoto_it

Zig Zag Scooter Sharing è nato a luglio come il più grande servizio di condivisione su tre ruote della Capitale, ed è partito schierando una flotta di 200 Yamaha Tricity 125 per arrivare ad una flotta completa di 450 scooter.

I risultati ottenuti nel primo trimestre dimostrano che romani, turisti e uomini d’affari sono soddisfatti di Zig Zag Scooter Sharing nella Capitale. L’efficienza, la presenza capillare sul territorio e la semplicità d’approccio sono considerati i punti di forza del servizio. Solo nel primo mese sono stati attivati ben 2.000 abbonamenti. La profilazione degli utenti racconta che ad utilizzare il tre ruote è principalmente un target maschile con una età media di 37 anni. Il 75% è costituito da italiani, il restante 25% da stranieri in città per motivi di lavoro o per diletto. A facilitare l’iscrizione è il sito in italiano e inglese.

Ad oggi i noleggi sono 3.000. Nell’ultimo mese la percentuale di donne che ha aderito al servizio ha avuto un incremento del 12%. In questo caso è complice la maneggevolezza, la stabilità e il design dello scooter Yamaha.

Per dirla in numeri, 1.000 ore di noleggio dopo i primi due mesi significano: 819 ore in sella al tre ruote; un risparmio di 200 ore per chi ha utilizzato il servizio; 30.000 km percorsi, ad una velocità media di 37 km/h.

Il gradimento è arrivato anche sui social: 1.824 followers sulla pagina ufficiale Instagram; 2.252 followers sulla pagina ufficiale Facebook.

Il progetto Zig Zag è accessibile a tutti coloro in possesso di patente italiana A o B e per gli stranieri che arrivano a Roma e hanno un titolo di guida rilasciato da Austria, Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Russia, Spagna, Svizzera, USA.

La procedura per usufruire del servizio è semplice: è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito www.zigzagsharing.com o tramite la App, disponibile inizialmente per Android e IOS.

Dopo aver prenotato lo scooter più vicino alla propria posizione e averlo raggiunto, si inserisce il PIN che sblocca la sella, sotto la quale si possono prelevare sia il casco sia il sottocasco igienico e monouso. A questo punto, con un click è possibile avviare il motore senza l’uso di chiavi o tessere. Ogni mezzo è dotato di due caschi.

La tariffa di Zig Zag Scooter Sharing è di 0,29 € al minuto e la prenotazione gratuita.

Dal 10 ottobre sarà attiva una promozione per i nuovi iscritti che avranno 30 minuti di utilizzo a titolo gratuito.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento