Honda aggiorna due dei suoi modelli offroad: ecco le nuove CRF250R e CRF450R m.y. 2016!

L'esperienza di Honda nel Mondiale MX si palesa sulla pelle della CRF250R e della CRF450R: piccole evoluzioni con risultati degni di nota in termini di prestazioni e guidabilità.

Honda CRF250R

La cross 250 di Honda diventa ancora più potente e agile per affrontare con grinta le sfide offroad. Le novità interessano in particolare il reparto sospensioni e il propulsore. HRC ha sviluppato nuove componenti che rivisitano testata, motore e biella incrementando la potenza soprattutto agli alti regimi (40 cv  a 11.500 giri/min)  senza dimenticare  la coppia ottimizzata sia agli alti che ai bassi regimi. Il collettore di scarico è ora caratterizzato da una camera di risonanza (che migliora l'erogazione) e da due terminali ridisegnati internamente; l'aggiornamento dell'airbox migliora il flusso d'aria. Per un efficace feeling di guida il motore è reso ancora più personalizzabile dalla possibilità di selezionare le mappature (EMSB) attraverso un pulsante: la modalità 1 (quella standard) offre un'erogazione bilanciata di potenza e coppia, la modalità 2 permette un completo controllo dell'accelerazione da sfruttare su fondi fangosi e sdrucciolevoli mentre la modalità 3 rende la moto più aggressiva e reattiva ai regimi alti (le opzioni 2 e 3 possono essere ulteriormente personalizzate con l'hardware e il software di mappatura “HRC setting tool”). Modifiche anche alla forcella SFF-TAC di Showa che diventa più precisa e reattiva grazie ai foderi allungati di 5 mm e offre ulteriori possibilità di regolazione. Le novità introdotte all'anteriore hanno poi portato a necessarie ricalibrazioni dell'ammortizzatore posteriore. La Honda CRF250R 2016 vede inoltre una riduzione del diametro dei rullini della catena della trasmissione finale e nuovi supporti che impediscono al fango di ammassarsi eccessivamente sulle pedane. Rimane invece immutato il look pratico e efficace della CRF250R.

Honda CRF450R

Per la 450 cc HRC decide di focalizzare l'attenzione nello sviluppo di soluzioni per aumentare la facilità d'uso e il feeling di guida. Gli aggiornamenti principali riguardano infatti le sospensioni, in modo da consentire al pilota di sfruttare pienamente le evoluzioni in termini di performance e potenza raggiunte dalle due versioni precedenti. All'avantreno Honda presenta la nuova forcella rovesciata KYB ad aria (Pneumatic Spring Fork) con steli da 48 mm: diverse le dimensioni e ancora più ampio il range di regolazioni . Il posteriore è caratterizzato dall'ammortizzatore KYB con nuovi valori di smorzamento, più regolazioni ed il rapporto Pro-Link ottimizzato. Un nuovo assetto che ha comportato modifiche alla geometria dello sterzo. Ridisegnato poi il supporto delle pedane e alleggerita la catena di trasmissione.

Qua sotto la gallery!

Giulia Cassinelli