VMax: una "special edition" per i primi 30 anni

VMax: una "special edition" per i primi 30 anni
VMax: ancora più cattiva nella "special edition" Carbon, sempre più estrema nelle interpretazioni Yard Built

Redazione - @InMoto_it

La Yamaha VMax compie trent'anni ma dal 1985 ad oggi il suo spirito non è mai cambiato: una dragster aggressiva ed estrema dalle prestazioni esagerate. Il motore V4 da 1.669 cm3 eroga infatti una potenza di 200 cavalli che si accompagna ad un look da vera dura, una moto creata per stupire ed impressionare. Ed ora, in occasione del suo compleanno, Yamaha "spinge" ancora un po' sull'acceleratore e la rende sempre più cattiva. Ecco che la gamma Sport Classic si arricchisce con la nuova VMax Carbon "special edition". Protagonista del nuovo stile è la fibra di carbonio che regna sovrana sulle poche sovrastutture: cover del serbatoio, parafanghi anteriore e posteriore e carene laterali. Cambia anche il ruggito grazie all'esclusivo scarico Akrapovic. La Carbon è già disponibile presso i concessionari ufficiali ad un prezzo di 22.500 Euro. Contestualmente la versione standard della VMax si veste di un'inedita livrea: alle colorazioni Power Black e Solar Black si aggiunge la Matt Grey, una verniciatura neutra perfetta per chi ama sbizzarrirsi nel customizing. Tutto questo a 18.990 Euro. Ma le sorprese non finiscono qua... Yamaha non perde l'occasione per proporre una nuova sfida presentando una serie di special su base VMax: la prima creatura arriverà dalle esperti mani del preparatore tedesco Jens vom Brauck (Jvb-moto) che è al suo primo progetto Yard Built. Un esemplare che renderà omaggio agli anni '80 combinando materiali all'avanguardia con un tocco molto personale. Giulia Cassinelli
   

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento