La sfida di Arnaud Tonus

La sfida di Arnaud Tonus
Il campione svizzero, ostacolato da alcuni incidenti nelle due ultime stagioni, è stato chiamato nel Supercross americano da Mitch Payton

Redazione - @InMoto_it

Arnaud Tonus ha fatto un grande salto di qualità nel 2014, dopo alcuni infortuni che avevano ostacolato la sua carriera nelle ultime stagioni. Ora, in piena forma e spesso in lotta con Jeffrey Herlings, il pilota svizzero ha deciso di fare il passaggio in America per correre i campionati AMA Supercross e Motocross: i piloti europei sono un punto di riferimento per le squadre americane, con l’ex campione del mondo Ken Roczen attualmente leader del campionato 450 e il campione del mondo 2006 MX2 Christophe Pourcel capace di conquistare buoni risultati nella classe 250. Ad Arnaud l’America sembrava irraggiungibile e lo svizzero non ha potuto rifiutare l'offerta di Mitch Payton. "Ho appena firmato per due anni con la Kawasaki Pro Circuit, e sono felice di fare una nuova esperienza in questo prestigioso team", ha detto Arnaud Tonus. “Ho sempre sognato di andare negli Stati Uniti, anche se non ho una grande esperienza. So che dovrò lavorare duro ma sono pronto. Ho avuto diverse offerte per rimanere in Europa, ma a causa dei miei infortuni nelle ultime due stagioni non ho raggiunto gli obiettivi che mi ero proposto. Mitch Payton mi ha chiamato ed io mi sento onorato, e sono anche lieto di continuare con la Kawasaki Monster Energy, che mi ha sostenuto anche quando non potevo correre. Penso di partire per gli Stati Uniti con la mia fidanzata appena il Motocross delle Nazioni sarà terminato, e allora inizierò a lavorare nel Supercross”, ha aggiunto Tonus. “Non so se sarà facile, ma io sono pronto per questa sfida. Adesso mi concentrerò completamente sulla finale del Mondiale MX2”. Per la cronaca ricordiamo che Mitch Payton negli Stati Uniti è considerato il guru delle elaborazioni per moto fuoristrada, famoso tanto per i 28 titoli vinti tra Supercross e National che per avere avuto l’onore di veder correre con i propri kit di trasformazione piloti del calibro di Jeremy Mc Grath, Ricky Carmichael, Chad Reed, Ryan Villopoto, Christophe Pourcel, Ben Townley, Mickael Pichon, Grant Langston. Mitch Payton è il fondatore, nonché leader carismatico della Pro Circuit, azienda leader a livello mondiale per i suoi prodotti che fanno tendenza messi a punto sui campi gara da piloti prestigiosi e dal suo team che da anni spopola nei campionati della classe Lites.  

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento