La scomparsa di Vincenzo Mazzi, presidente della UEM

La scomparsa di Vincenzo Mazzi, presidente della UEM
Il 7 aprile è venuto a mancare Vincenzo Mazzi, presidente della Unione Europea di Motociclismo, che al motociclismo aveva dedicato quasi un cinquantennio della sua vita

Redazione - @InMoto_it

Il 7 aprile è venuto a mancare Vincenzo Mazzi, presidente della Unione Europea di Motociclismo, che al mondo delle due ruote aveva dedicato quasi un cinquantennio della sua vita. "Enzo", come lo chiamavano gli amici, era stato Segretario della Federazione Motociclistica Italiana dal 1979 per venti anni. Da allora aveva dedicato le sue energie e la sua determinazione al motociclismo europeo, partecipando alla fondazione della UEM nel 1996, occupando fin dall'inizio il ruolo di Segretario Generale fino al 2006, quando era stato eletto presidente per il suo primo mandato. Avrebbe concluso il suo secondo mandato a luglio in Cracovia quando, come lui stesso aveva annunciato, avrebbe lasciato "spazio alle nuove forze, con nuove idee e entusiasmo maggiori". Con la  sua partecipazione all'ultimo Consiglio Europeo della FIM, lo scorso 29 marzo, era tornato all'attività pubblica, dopo un lungo periodo di sofferenza a causa di una malattia. La sua scomparsa improvvisa ha colto tutti di sorpresa, proprio nel momento in cui si stava per festeggiare il suo ritorno. Le esequie saranno celebrate venerdì 11 aprile alla 15.00 alla Chiesa Regina Pacis di Ostia (Roma).  

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento