Scarperia - Doppietta sotto il segno dell'adrenalina per il primo weekend del Campionato Italiano di Velocità al Mugello, che in realtà ha ospitato i due round inaugurali per ciascuna categoria tricolore, con gare disputate sia il sabato che la domenica. A mescolare un po' i valori i campo, ci si è messa anche la pioggia, che ha condizionato le qualifiche e buona parte del sabato. PreMoto3 Nella gara del sabato Bruno Ieraci prende subito il largo lasciando gli avversari a 5’’ dopo poche tornate. Il primo inseguitore è Sabatucci, che a sua volta stacca di 4’’ Arbolino, Foggia, Nepa, Vietti Ramus e Zannoni. Dopo una gara in solitaria Ieraci si aggiudica la vittoria nella categoria 4T, mentre Kevin Sabatucci vince nella categoria 2T, precedendo il poleman Zannoni e il compagno di squadra Arbolino. In gara 2  nella 4 tempi vittorie di Foggia davanti a Ieraci e Nepa, mentre nella 2 tempi Arbolino ha vinto davanti a Vietti Ramus e Zannoni, siglando un giro incredibile (2’06.626): record per la PreMoto3 al Mugello.    Moto3 In gara 1 l'autore della pole Casadei cade, mentre scala posizioni Lorenzo Dalla Porta scatta dall'ultima posizione in griglia dove era stato relegato per una squalifica in sede di verifiche tecniche. Il pilota Peugeot è  autore di una gramde rimonta dalla 26esima alla prima posizione: sul podio anche Mazzola e Sulis, in un finale mozzafiato . In gara 2  vittoria decisa in volata: Pagliani ha bruciato Coletti sul traguardo per soli 7 millesimi e si è portato in testa al campionato con 38 punti, complice la caduta di Dalla Porta. Terzo Bezzecchi. Supersport Ben sette piloti in lotta per le posizioni  nella prima parte di gara e bagarre a metà gara tra Luca Oppedisano,  Caricasulo,  Cruciani e Giugovaz. Oppedisano infine incappa in per problemi tecnici e Caricasulo si aggiudica  la vittoria, davanti a Cruciani e Giugovaz. Incandescente gara 2, con dieci piloti racchiusi in un secondo, e il podio definitoal fotofisnish con Luca Oppedisano che ha avuto la meglio su Caricasulo per soli 2 millesimi. Terzo un grintoso Massimo Roccoli, risalito dalle posizioni di centro classifica. Superbike La classe regina vede  Matteo Baiocco, al rientro dopo una stagione nel campionato SBK inglese, dominare la gara, interrotta nel corso dell’undicesimo giro per esposizione della bandiera rossa a seguito per la caduta di Brignola. Secondo posto per Ivan Goi davanti ad un ritrovato  Alex Polita. L'indomani la sfida si ripete fra gli stessi protagonisti, che chiudono però in ordine diverso, con Ivan Goi primo e leader del campionato con 45 punti, davanti a Polita e Baiocco. Prima dell'avvio della gara della Superbike di domenica, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare il collega Claudio Porrozzi, responsabile FMI Settore Velocità dal 2000 al 2010, che il CIV ha voluto ricordare con l’inserimento nella Hall of Fame del Campionato.