È sicuramente lui uno dei mezzi più interessanti degli ultimi anni. Honda X-ADV è stato capace di attirare sin da subito l'attenzione del pubblico, grazie ad un’impostazione “ibrida” tra moto e scooter con forti richiami al mondo enduro e a quello dell’avventura su due ruote.
Sulla seconda generazione targata 2021, arrivano diversi aggiornamenti all’estetica, al motore (che acquista coppia e potenza), e all’elettronica, mentre il peso si riduce e aumenta la praticità d’uso. 

ARRIVANO I RIDING MODE

Il bicilindrico parallelo di 745 cc monoalbero a 8 valvole raffreddato a liquido (Euro5) vede un aumento di potenza pari a 3,6 CV, raggiungendo i 58,6 CV, mentre la coppia sale a 69 Nm a 4.750 giri/min. L'aumento di 3,6 CV e il regime massimo di rotazione aumentato di 600 giri/min, sono la conseguenza del profondo lavoro di sviluppo dei progettisti Honda, che sono intervenuti sulla fasatura della distribuzione e sull'efficienza di aspirazione e scarico.
Le marce del cambio DCT sono ora spaziate con 1°, 2° e 3° più corte, per incrementare scatto e ripresa, e 4°, 5° e 6° più lunghe, per migliorare i consumi nei trasferimenti ad alta velocità: il dato medio dichiarato è di 27,8 km/l, che abbinato al serbatoio da 13,2 litri, equivale ad un’autonomia di circa 370 km.

Il comando del gas Throttle by Wire offre 5 Riding Mode, di cui quattro predefiniti più uno completamente personalizzabile: Rain, Standard, Sport, Gravel (per i percorsi sterrati) e User. Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) è settabile invece 3 livelli di intervento: 1 prevede un'azione minima, adatto all’asfalto asciutto; 2 è l'impostazione intermedia; 3 garantisce un intervento elevato, per le superfici stradali sdrucciolevoli (solo nel Riding Mode USER il controllo di trazione può anche essere disattivato).

CICLISTICA

Il telaio tubolare in acciaio a diamante è stato rivisto, allo scopo di ridurne il peso (1 Kg) e aumentare lo spazio nel vano sottosella (1 L). L'inclinazione del cannotto di sterzo, l’avancorsa e l’interasse hanno misure invariate (rispettivamente 27°, 104 mm e 1.590 mm), mentre le sospensioni a lunga escursione (153,5 mm anteriore e 150 mm posteriore) facilitano la vita fuori dall’asfalto. La forcella a steli rovesciati da 41 mm, in particolare, è regolabile nel precarico molla e in estensione. L'ammortizzatore con leveraggio progressivo Pro?Link è regolabile nel precarico della molla ed è fissato ad un forcellone in alluminio a bracci differenziati. Il forcellone è composto da una sezione trasversale cava e da bracci con sezione a U. Le ruote sono da 17” all’anteriore e da 15” al posteriore. Sui cerchi in alluminio a raggi tangenziali (in acciaio inossidabile) sono montati pneumatici di larga sezione (120/70-17 ant. e 160/60-17 post.) con intagli on/off. L’impianto frenante, infine, sfrutta dischi anteriori da 296 mm che mordono pinze Nissin radiali a 4 pistoncini. Il peso del mezzo, con il pieno, scende a 236 kg (meno 2 kg).

OTTIMIZZAZIONI

Per una maggiore facilità di appoggio dei piedi a terra, la sella è stata risagomata. Il vano sottostante è invece diventato più grande, e al suo interno ha una presa di ricarica USB-C. Inoltre, il comando del freno di stazionamento è stato spostato sul manubrio, liberando spazio nel retro dello scudo per un pratico vano portaoggetti con serratura.
Il gruppo ottico anteriore sdoppiato full-LED è ora dotato dell’inconfondibile firma delle luci diurne DRL, che si attivano automaticamente in base all'intensità della luce ambiente. Anche gli indicatori di direzione e le luci posteriori sono a LED.
Tutta nuova, poi, è la strumentazione con display TFT di 5 pollici dotato di connettività per l’attivazione dei comandi vocali tramite l’Honda Smartphone Voice Control system. Quest’ultimo permette di ricevere informazioni audio dal proprio smartphone durante la guida per la gestione di telefonate, messaggistica, musica, navigazione e previsioni del tempo. È necessario utilizzare un interfono montato sul casco o degli auricolari, mentre lo smartphone si connette alla strumentazione tramite Bluetooth. La gestione del sistema si avvale anche dei pulsanti sul blocchetto elettrico sinistro. 

AVVISO DI FRENATA DI EMERGENZA

Gli indicatori di direzione fungono anche da segnale di frenata di emergenza (ESS, Emergency Stop Signal): se viene rilevata una decelerazione di almeno 6,0 m/s2 mentre si viaggia a una velocità non inferiore ai 53 km/h con i freni in funzione, gli indicatori di direzione lampeggiano per avvisare gli altri utenti della strada che è in corso una frenata brusca. Il sistema riconosce anche le condizioni di asfalto bagnato o sdrucciolevole affidandosi all’intervento dell’ABS, che abbassa la soglia di intervento del lampeggio di emergenza a una decelerazione di almeno 2,5 m/s2. Gli indicatori di direzione sono inoltre del tipo a disattivazione automatica.

ACCESSORI

Per il nuovo X-ADV è disponibile una vasta gamma di accessori originali Honda, tra cui: portapacchi posteriore, smart-Top Box, Top Box da 38 litri con inserto opzionale in alluminio o in tinta, supporti valigie laterali, valigie laterali 26/33 litri sx/dx con inserto opzionale in alluminio o in tinta, borsa da tunnel centrale, estensioni paramani, barre di protezione laterali, luci fendinebbia e manopole riscaldabili.

Honda X-ADV 2021 è disponibile nei seguenti colori: Grand Prix Red, Graphite Black, Matt Beta, Silver Metallic e Pearl Mud Gray.

Honda CB1000R 2021: evoluzione maxi-naked