Se è vero che l’elettrico sarà il futuro, grandi case motociclistiche come Yamaha non vogliono di certo restare a guardare. Se, infatti, Harley-Davidson, BMW, Triumph e molte altre hanno già lanciato, o stanno per lanciare, le loro due ruote con propulsione elettrica, anche la Casa di Iwata è pronta per il grande salto.

La conferma arriva dalla probabile presentazione nel 2021 della Yamaha EMX, la prima moto da cross elettrica in grado di competere con l'attuale generazione 250 cc del segmento.

Triumph TE-1: produzione vicina per l'elettrica inglese

Un progetto condiviso

L’idea di produrre un modello del genere prese vita, ormai, oltre un anno e mezzo fa, quando Yamaha, la start-up olandese Spike Technologies e Dohms Projecten pensarono bene di inserire un motore elettrico nel telaio di una YZ250F. Insomma, addio al motore 4T DOHC con iniezione elettronica, addio al serbatoio e addio all’impianto di scarico della due ruote da cross targata Yamaha e benvenuto ad un nuovo pacco batterie in grado di regalare divertimento e durata.

Ruolo marginale per Yamaha

Tuttavia, per il progetto, Yamaha avrebbe comunque fornito solamente il telaio e qualche componente per la trasmissione e le batterie, mentre lo sviluppo sarebbe stato affidato completamente a Dohms e Spike Technologies.

Siamo felici di supportare questo progetto poiché riteniamo sia importante promuovere gli sviluppi nella tecnologia elettrica”, affermò diverso tempo fa Leon Oosterhof, Product Planning della Casa di Iwata. “Non vediamo l'ora di testare e valutare il prototipo per capire come si comporta le tecnologia di Dohms e Spike nel nostro telaio YZF

Stando alle recenti dichiarazioni, dunque, non dovrebbe mancare ancora molto al debutto ufficiale del prototipo che con tutta probabilità verrà presentato entro questo 2021. Non ci resta che aspettare…

Ducati, Milicia: "Moto elettrica? Lavoriamo su altre soluzioni"