Yamaha YZF-R1 Petronas Replica: unboxing davvero esclusivo VIDEO

Yamaha YZF-R1 Petronas Replica: unboxing davvero esclusivo VIDEO

Tutti i passaggi, dall’arrivo nella cassa all’assemblaggio dei vari elementi, all’interno di un’officina di una concessionaria che ha ricevuto l’esclusiva moto

Redazione - @InMoto_it

Ricevere e “scartare” una Yamaha è sempre una bella sorpresa, specialmente se la moto in questione è una Petronas Yamaha SRT YZR-M1 replica, la serie limitata (50 unità) che omaggia la moto da gara realizzata da Yamaha Motor Europe e Yamaha Austria Racing Team GYTR Pro Shop. Nel video che circola su YouTube, con protagonista oltre alla due ruote anche i meccanici dell’officina di una concessionaria, si può osservare tutta l’operazione: dall’arrivo all’interno della cassa, al momento dell’unboxing e fino all’assemblaggio dei vari elementi della moto.

Qualche dettaglio sulla replica

Yamaha YZF-R1 "Petronas": anche la R1 mette le ali |FOTO

Yamaha YZF-R1 "Petronas": anche la R1 mette le ali |FOTO

Yamaha Motor Europe e Yamaha Austria Racing Team GYTR Pro Shop hanno realizzato una replica in edizione limitata (50 unità) della Petronas Yamaha SRT YZR-M1, un omaggio speciale alla moto attualmente guidata dai piloti Quartararo e Morbidelli. Il lavoro fatto è un mix tra estetica e componenti aggiuntivi: ogni dettaglio è stato studiato per avvicinare la replica YZF-R1 alla moto da corsa, a partire dalla colorazione, affidata alla stessa azienda che si occupa della livrea per il modello della MotoGP

Guarda la gallery

Esclusiva come non mai, la replica è risultato di un mix tra estetica e componenti aggiuntivi, dove ogni dettaglio è stato studiato per avvicinarla alla moto da corsa. Per il colore è intervenuta la stessa azienda che si occupa della livrea per il modello della MotoGP, ma ci sono anche alcune novità, come la nuova carenatura e inedite alette in fibra di carbonio, la forcella anteriore Ohlins FRGT, il monoammortizzatore Ohlins TTX e l’ammortizzatore di sterzo. Troviamo anche l'ultimo sistema di cambio rapido posteriore GYTR, pedane da corsa, nuova centralina ECU e comando gas rapido. Freni Brembo (come  le pinze GP4-RX e i dischi T-Drive), cerchi in lega Marchesini (di alluminio, a sette razze) e gomme da gara Michelin.

MV Agusta F4 Claudio, un gioiello da scartare VIDEO

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento