Compie 80 anni Giacomo Agostini: "La moto? Il mio più grande amore"

Compie 80 anni Giacomo Agostini: "La moto? Il mio più grande amore"

Compie gli anni la leggenda del motociclismo: 190 GP disputati, 15 titoli conquistati e unico italiano a vincere a Daytona

Compleanno da leggenda. Giacomo Agostini, il Campionissimo del motociclismo spegne 80 candeline. Un avvenimento importante per un uomo, un pilota, un campione, che ha segnato come pochi una storia fatta di vittorie, giri veloci e imprese epiche.

Nato il 16 giugno 1942 e Brescia, amato in tutto il mondo, Ago è l'anello di congiunzione tra il motociclismo in bianco e nero e quello a colori. E' il pilota più titolato nella storia. Parlano di lui i 15 titoli conquistati in carriera, 7 in 350cc (6 con MV Agusta, 1 con Yamaha) dal 1968 al 1974, 8 in 500cc (7 con MV, 1 con Yamaha) dal 1966 al 1972 con il titolo nel 1975 arrivato in sella alla 2T Yamaha. Per un totale di 190 GP disputati nella sua lunga carriera che ha mosso i primi passi in gara con la Moto Morini (con la quale vincerà il Campionato Italiano juniores 175 nel 1963) prima del passaggio alla corte del Conte Agusta. Tra i suoi primati  (ricordiamo anche i 313 successi totali in gara) vi è da annoverare quello di essere stato l’unico italiano ad aver vinto la 200 Miglia di Daytona.

LO SCHIAFFO AGLI AMERICANI

"Quella fu una giornata pazzesca - ci ha raccontato "Mino" in occasione dell'evento organizzato dai nostri fratelli da corsa di Motosprint e dove è stato presentato il libro che ne ripercorre le gesta - a metà gara ero completamente disidratato, non avevo la preparazione necessaria per una corsa così dversa, così lunga, rispetto alle gare a cui ero abituato. Ero sul punto di mollare, addirittura con la lingua cercavo gocce di sudore sulle labbra e sul mento, che potessero darmi un po' di quei liquidi che stavo perdendo. Volevo ritirarmi, ma poi ho pensato a tutta la gente che era venuta da ogni parte del mondo per vedermi correre. Non me la sono sentita di ricambiare tanto affetto con un ritiro. Non potevo deluderli. Ho continuato ed ho vinto, mostrando a Kenny Roberts, e agli altri piloti americani, che il più forte ero io".

Anni di successi ed imprese epiche ma su tutto il grande rapporto con le due ruote: "La moto è il mio più grande amore. Già da piccolo la desideravo e volevo correre. Anche se i miei genitori non è che fosssero poi entusiasti della cosa - ricorda -  ma io volevo fare il pilota e non riuscivo a pensare a qualcosa di diverso dall'andare in moto e correre".

Un campione, un mito, un appassionato. Buon compleanno "Mino"!

MV Agusta: con Agostini a Misano sfila la Superveloce Ago LE FOTO

MV Agusta: con Agostini a Misano sfila la Superveloce Ago LE FOTO

La Casa varesina rende omaggio al mito con una serie speciale a tiratura limitata della Superveloce, che diventa "Ago" e si pone al vertice della gamma. Dopo le iconiche MV Agusta F4 e F3 Ago, le strade della plurivittoriosa Casa italiana e quelle del campione bergamasco si incrociano di nuovo, per dare vita a un modello che resterà nella memoria degli appassionati come la più sportiva Superveloce di sempre.
Gli esemplari assemblati a mano sono 311, proprio come le gare chiuse al primo posto dal grande campione. I primi 15 pezzi sono dedicati ai titoli mondiali messi in bacheca da Giacomo Agostini.

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento