KTM Adventure Rally 2021: la gioia terrena

KTM Adventure Rally 2021: la gioia terrena

Tre giorni fuori dal mondo con l’unica preoccupazione di seguire la traccia ed evitare le insidie di un fondo sempre troppo pietroso. Enduro vero, in sella alla KTM 1290 Super Adventure R in Grecia, sulle montagne intorno a Nafpaktos. Un’esperienza di sudore, fatica e amicizia

Quattro giorni di avventura. Una natura rigogliosa e selvaggia. Polvere, boschi e pietre. Un gruppo di amici. E tanto off-road, da soddisfare la voglia anche al più incallito degli appassionati della specialità. Questi gli ingredienti del KTM Adventure Rally che si è disputato nelle montagne intorno alla cittadina greca di Nafpaktos, o Lepanto che dir si voglia, affacciata sull’imponente ponte che annuncia il golfo di Corinto. Nessuna gara, a dispetto della parola “rally”, ma tanto enduro in sella alle moto della Casa austriaca. Non le specialistiche monocilindriche, ma le “adventure”, quelle che si prestano ad un utilizzo dual, strada e fuoristrada, divertimento e turismo, relax e gioco. Stiamo parlando delle varie 1290 Super Adventure e 890 Adventure (nei vari allestimenti), ma anche delle 690 Enduro e 390 Adventure. Alla festa sono ammesse anche le vecchie glorie della KTM, sempre in ottica “adventure”: unici requisiti richiesti, pneumatici adatti all’uso strada-fuoristrada, quindi debitamente tassellati, e una autonomia minima col pieno di almeno 160-200 km.

Organizzazione al top

Quattro giorni, dicevamo: il primo di accoglienza, gli altri di avventura. Il mercoledì, infatti si prendono le misure al mondo KTM e a quello che ci si appresta a fare: verifiche amministrative e della moto, sostituzione dei pneumatici (con quelli più specialistici) per chi arriva da lontano “a ruote”, prove di abilità su ostacoli artificiali per verificare il livello tecnico di ciascuno al fine di creare gruppi omogenei per i tour dei giorni seguenti. È qui che si decide una parte importante del successo della manifestazione: da un lato gruppi formati da elementi di pari capacità fuoristradistiche sono una garanzia di successo nei tour dei giorni seguenti, senza intoppi e lunghe attese ad ogni svolta. Dall’altro si inizia a lavorare su quello spirito di gruppo che tanto è importante in una manifestazione di questo genere. Di più... è proprio qui che va cercato il successo del KTM Adventure Rally. Nel gruppo!

La prova del nove per la KTM 1290 Super Adventure R

L’organizzazione KTM in questo senso è impeccabile: alle porte della cittadina greca, in un grande piazzale, è allestito un vero paddock con camion assistenza tecnica, info point, un ristorante e tende per il coordinamento generale. Quello insomma che diventerà il campo base delle attività dei giorni seguenti: ovvero tre tour in off-road “duro e puro” che prevedono chilometraggi variabili tra i 170 e gli oltre 220 km del Day 2, quello più impegnativo. Avere fin da subito un buon feeling con gli altri membri del gruppo diventa fondamentale visto che i passaggi difficili non mancano e la “compagnia della spinta” è necessaria. Anche perché, in off-road, la parola “difficile” ha un significato davvero relativo: lo sa bene chi pratica la specialità. Basta un tratto di 20 metri di sasso smosso con una pendenza appena accentuata (anche qui, sulla “pendenza appena accentuata” si potrebbero aprire infinite discussioni...) per perdere mezz’ora, un’ora di tempo. E con moto da 200 kg non c’è da scherzare...

Anche per noi di In Moto, che abbiamo affrontato il KTM Adventure Rally con l’imponente 1290 Super Adventure R  equipaggiata per l’occasione con i pneumatici Continental TKC 80, gomma sì tassellata e adatta all’off, ma in grado di sopportare alla grande anche qualche trasferimento su asfalto. Insomma, dopo la fase preliminare, inizia il divertimento. Due i modi di affrontare i percorsi messi a punto dall’organizzazione: in solitaria (con traccia GPS fornita da KTM), oppure con la guida per un massimo di 7-8 partecipanti per ogni gruppo. 

Pietre, sassi e polvere: quando l'enduro è vero! 

Ore 8:30 appuntamento per la partenza. Nel nostro gruppo un paio di francesi, uno svizzero, un bosniaco, un austriaco, un italiano, un greco... l’inglese diventa il nostro esperanto per la comunicazione. I primi chilometri annunciano quale sarà il leitmotiv dei giorni seguenti: pietre, sassi e polvere. A partire dal letto di un torrente in secco, dopo mezz’ora di guida, con veri massi che prendono a pugni lo sterzo ad ogni palmo con prima sosta forzata per attivare il mutuo soccorso enduristico. Obiettivi dei tre tour, le montagne che circondano Nafpaktos, di qua e di là del golfo di Corinto: un continuo saliscendi tra boschi, mulattiere più o meno impegnative, ampie vallate che ricordano i paesaggi della steppa della Mongolia, sterrati che tagliano i fianchi di montagne a strapiombo su vallate dimenticate da Dio.

In tutto questo, la 1290 Super Adventure R come fedele compagna di viaggio. Di questa maxi crossover (o enduro, fate voi) abbiamo parlato nei numeri scorsi di In Moto. Qui, usata quasi esclusivamente in off-road (salvo qualche breve tratto asfaltato per raccordare i percorsi) sono emersi il lato selvaggio e il lavoro che è stato fatto in KTM per rendere efficace un mezzo che pesa oltre 230 kg con il pieno. Non poco, quando si cerca di girare sullo stretto tra sassi, sabbia, brecciolino e rocce affioranti. Fortunatamente, l’intelligente collocazione del carburante ai lati del motore aiuta nel distribuire correttamente le masse e rendere la moto coerente e sincera nelle manovre. Gli altri plus sono l’elettronica sofisticata e un motore dalla coppia taurina: abbiamo usato la moto prima in modalità Off-Road (che taglia la potenza a 100 CV) e offre una risposta del gas morbida. Poi in Rally (optional), con potenza piena ma sempre con la medesima impostazione della risposta dell’acceleratore. In entrambi i casi, trazione infinita, massimo feeling anche nel lento (nel veloce la moto è al top) e tanta sicurezza: anche grazie all’ABS in modalità “fuoristrada” sempre presente all’anteriore, escluso al posteriore. Con un partner “meccanico” di tal fattura, i tre giorni del Rally si sono trasformati in qualcosa di meravigliosamente appagante. Le immagini parlano da sole.

KTM Adventure Rally 2021 FOTO

KTM Adventure Rally 2021 FOTO

Tre giorni fuori dal mondo con l’unica preoccupazione di seguire la traccia ed evitare le insidie di un fondo sempre troppo pietroso. Enduro vero, in sella alla KTM 1290 Super Adventure R in Grecia, sulle montagne intorno a Nafpaktos. Un’esperienza di sudore, fatica e amicizia

Guarda la gallery
  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento