Rewind, Honda CBR 600 F '98: veloci senza soffrire

Rewind, Honda CBR 600 F '98: veloci senza soffrire

Motore da 110 CV, telaio in alluminio e linee ancora oggi attuali. La media di Tokyo era (ed è) una moto facile e veloce, buona per tutto: dalle gite fuori porta (anche in coppia) alle sgroppate in pista 

William Toscani

Impresa difficile. Però che riuscì particoarmente bene in Casa Honda quando decisero di mettere mano al progetto CBR600 F, la media per eccellenza al periodo.
Dopo circa dodici anni di onorato servizioo e 250.000 moto prodotte fino a quel momento nelle varie versioni, la CBR 600 F del 1998 conservava praticamente solo la gloriosa sigla. 
A fine anni '90 da Tokyo uscì fuori una moto profondamente rinnovata, tanto nei contenuti quanto nelle linee, ma senza perdere un minimo della filosofia che tanti apprezzamenti riscosse in tutto il mondo. Al netto di un nuovo motore da 110 CV, un inedito telaio in alluminio e linee più affilate e moderne, la media giapponese riusciva a confermarsi mezzo facile da guidare e comprensibile per tutti sia su strada sia in pista. Una moto ricca versatile ed adatta a tutto ed a tutti, con cui divertirsi e - volendo - andare forte, ma senza chissà quale impegno fisico.

HONDA CBR 600 F 1998: Come è fatta

Più leggera della versione '97 grazie all'utilizzo di lega d'alluminio a profusione, la CBR 600 F pesava appena 170 Kg (1 in più della rivale Yamaha R6) ed era decisamente filante sotto il profilo della aerodinamica con il Cx che migliorava del 7%.

Il motore 4 in linea, per il quale Honda depositò ben otto brevetti al periodo, aveva una potenza massima di 110 CV a 12.500 giri che potevano essere facilmente incrementabili con un kit dedicato alle competizioni. Il telaio era un inedito doppio trave in alluminio, più leggero del 35% della precedente struttura e del 10% più rigido, che lavorava in accoppiamento ad una forcella provvista del sistema HMAS (Honda Multy Action System) con steli da 43 mm ed un mono con sistema progressivo Pro-Link

Al periodo per la CBR 600 F erano richiesti 17.500.000 Lire (circa 9.000 Euro al cambio).

GIRA PAGINA PER LEGGERE LA NOSTRA PROVA DEL 1998:

1 di 2

Avanti
  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento