Patente sospesa, va in caserma per obbligo di firma in scooter e senza casco

Patente sospesa, va in caserma per obbligo di firma in scooter e senza casco

Un 40enne della provincia di Napoli con l’obbligo di firma si reca dai Carabinieri. Per lui una salatissima multa da 6.000 euro

Redazione - @InMoto_it

Come ogni giorno, un 40enne di Marano, in provincia di Napoli, si è recato in caserma perché sottoposto all’obbligo di firma. Ma la scena a cui hanno assistito i carabinieri di recente è davvero paradossale, di quelle che si vedono solo nei film. Nonostante la patente sospesa, l’uomo si è tranquillamente presentato in caserma in scooter e per giunta anche senza casco. Una leggerezza che gli è costata cara.

Multato in moto, ci prova: c'era mia madre alla guida

È tornato a casa a piedi

Già noto alle forze dell'ordine, era ormai “di casa” dovendosi recare ogni giorno dai carabinieri per l’obbligo di firma. E come poteva passare inosservato arrivando a bordo di uno scooter? Una volta apposta la firma, il personale della Sezione Radiomobile gli ha chiesto se fosse lui la stessa persona alla quale, settimane prima, era stata sospesa la patente. Capito di aver commesso un’enorme stupidaggine, l’uomo ha provato a convincere gli agenti con una serie di scuse che non stavano in piedi e quindi è scattata una salatissima multa: oltre 6mila euro. I motivi? Perché senza casco, senza patente, ora revocata, e pure senza assicurazione. Lo scooter è stato sequestrato e il 40enne è tornato a casa a piedi.

In scooter sfida 19 volte l'autovelox coprendo la targa: 6.000 euro di multa

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento