Monopattini sharing, divieto di utilizzo dopo due multe

Monopattini sharing, divieto di utilizzo dopo due multe

Succede a Pescara, dove la commissione Mobilità ha tracciato il bilancio del primo mese ed è emerso, soprattutto tra i giovani, un altro gradimento del mezzo alternativo. Ma restano i problemi

Redazione - @InMoto_it

L'introduzione dei monopattini elettrici nel comune di Pescara ha raccolto subito ottimi risultati. Dal bilancio della commissione Mobilità sul primo mese emerge che ai pescaresi piace muoversi con questo mezzo alternativo, soprattutto ai giovani. Ma se da un lato i numeri sono incoraggianti (nei primi 30 giorni, sono state registrate almeno 6 mila corse a settimana ovvero poco meno di mille al giorno), dall'altro bisogna fare i conti con le tante infrazione commesse.

Ruba monopattino sharing e scappa con un furgone: denunciato 54enne

La decisione

Bisogna dunque fare un ulteriore passo avanti verso un uso consapevole del mezzo. A sottolinearlo è il presidente della commissione Mobilità Armando Foschi: "Il monopattino non è un giocattolo, che è vietato l’uso ai minori di 14 anni, mentre tra i 14 e i 18 anni l’uso impone di indossare casco e giubbino di protezione. Obblighi oggi ignorati che hanno generato una pioggia di multe che, a partire dai prossimi mesi diverranno ancor più rigorose prevedendo anche altri due step sanzionatori: alla prima multa l’utente sorpreso in infrazione riceverà un avviso di alert, alla seconda multa verrà cancellato il suo account, dunque l’utente non potrà più noleggiare i monopattini in tutte le città in cui il servizio è fornito dalla società Helbiz".

Monopattini elettrici, cresce l'interesse ma restano i problemi

Nonostante il tempo di utilizzo medio del mezzo sia di 13 minuti e i km percorsi 2,2, sono già oltre 200 le multe fatte dalla polizia municipale. Per incentivare un uso consapevole e responsabile del mezzo, si è dunque deciso di sanzionare con un cartellino giallo chi viene beccato a commettere la prima infrazione, dopodichè non ci saranno altre possibilità. In caso di una seconda multa scatterà il cartellino rosso ed Helbiz provvederà a cancellare l'account del guidatore, inserendolo in una black list nazionale. 

Le parole di Foschi

"Spiace constatare - aggiunge Foschi - che spesso gli stessi fruitori non abbiano capito lo spirito di questa rivoluzione green della nostra mobilità e allora vediamo monopattini che sfrecciano a tutta birra sui marciapiedi, accanto ai pedoni, facendo la gimcane tra le auto, con due viaggiatori a bordo anziché uno come previsto dal codice della strada. Per non parlare dei danneggiamenti: monopattini abbandonati sono stati ritrovati dentro le fontane di piazza dei Grue, o all’interno della Riserva naturale dannunziana, gettati tra i rovi".

Pescara non ci sta e, dopo un mese, vara il giro di vite. Altre città decideranno di fare lo stesso?

Monopattini elettrici, situazione critica: in due mesi 43 incidenti gravi

 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento