Il verde “lime” è il colore che da decenni rende inconfondibili le livree di Kawasaki. Si ottiene miscelando il 10% di blu e il 90% di giallo e la sua prima apparizione fu a Daytona, nel 1968, sulla carena della A1R di Walt Fulton. Il pilota scelse volutamente il verde, per sfatare la superstizione che riteneva quel colore “sfortunato” nel mondo delle corse.

Da allora Kawasaki non ha mai smesso di usarlo e oggi GIVI lo omaggia attraverso questa nuova linea di parabrezza, dedicati a specifici modelli della Casa.

I MODELLI - Il parabrezza è disponibile – per il momento – per tre modelli Kawasaki: la Z650, la Z900 e la compatta Versys -X300. L’azienda promette che a breve arriverà la versione per la nuovissima Ninja H2 SX.

A renderlo particolare è una caratteristica tecnica: alla compatibilità meccanica e alla protezione aerodinamica aggiunge un tocco estetico unico, perché se illuminato dai fari dei veicoli che sopraggiungono il suo perimetro diventa di un verde acceso.

L’attivazione si deve a un pigmento fotosensibile che il team R&D di Givi ha inserito nel perimetro dei parabrezza, successivamente raggiato e lucidato ad hoc per enfatizzare il fenomeno di luminosità.

Prezzi: per Z650 dimensioni 28x33 cm (HxL), € 119,00; per Z900 dimensioni 37x32 cm (HxL),  € 120,00; per Versys-X300 dimensioni 48x40 cm (HxL) € 96,00.