Prova Sunset Evo by Stylmartin: urban in un modo pazzesco

Prova Sunset Evo by Stylmartin: urban in un modo pazzesco

Scopriamo come vanno queste calzature tecniche studiate per l’uso in città del produttore veneto Stylmartin

Max Carani

Perfette nell’impiego casa/ufficio, in moto come in scooter, sono ideali anche per il tempo libero, dato che, grazie ad un eccellente mix tra design e protezione, sono assolutamente indistinguibili da una sneakers qualunque. E da queste ultime, non sono lontane neppure nel prezzo: parliamo di 142 €, per delle calzature con certificazione di protezione CE livello 1. A dimostrazione di ciò, durante il test - tra le persone incontrate e che hanno espresso giudizi positivi sull’estetica - nessuno le ha identificate come una “scarpa da moto".

COME SONO - Alla prova dei fatti, però, sono "normali" solo in apparenza: se andiamo ad analizzarle nel dettaglio, scopriamo che la tomaia è realizzata alternando un tessuto traspirante (ad occhio direi cotone Canvas, anche se la scheda tecnica non lo riporta) con rinforzi in pelle scamosciata (in un gradevole grigio tono su tono), posizionati nelle zone critiche: tallone, punta e dove si inseriscono le stringhe. Qui si fanno notare le borchie che sono tutte punzonate con logo e marchio dell’azienda; un dettaglio non da poco.

Sunset Evo by Stylmartin,

Sunset Evo by Stylmartin,

Le abbiamo messe alla prova per scoprire se davvero mantengono tutte le loro promesse in fatto di comfort e usabilità. Una scarpa tecnica che, grazie ad un eccellente mix tra design e protezione, è ndistinguibile da una sneakers qualunque

Guarda la gallery

LO SPORCO NON SI VEDE - Bella la parte laterale della suola, che il produttore definisce “muffata”, ovvero un bianco “pre sporcato” che fa il paio con la colorazione dei lacci di “primo equipaggiamento”. Il bianco infatti, lo sappiamo, in moto dura pochissimo, ma queste sfumature scure renderanno a lungo indistinguibili i segni dell’impiego su strada. Per i più eccentrici, all’interno della confezione, è presente un’altra coppia di lacci più colorata. Anche chi non ama il fluo, trovoerà in questo caso molto gradevole il suo uso parsimonioso, limitato al marchio frontale e al piccolo inserto posteriore, che è pure riflettente. Quel che più interessa invece è la presenza dei rinforzi in PU sui malleoli (le protezioni rotonde che vedete nelle foto), fondamentali ai fini della sicurezza di questa parte esposta della caviglia.

LA PROVA - Non stiamo certo parlando di uno stivale tecnico pertanto la disamina delle sue performance non è complessa. Tuttavia, il solo dire che sono fondamentalmente molto comode non è affatto banale, considerando che mi è capitato di indossarne di impossibili da portare una volta scesi dalla moto.

COME UNA SCARPA PER TUTTI I GIORNI - Qui a tutti gli effetti sembra di avere ai piedi una scarpa “normale”. La suola è sostenuta, come deve essere considerando che deve limitare le torsioni e va appoggiata sulle pedane di una moto oppure a terra su terreni accidentati, ma consente di camminare a lungo e di tenerle per tutta la giornata come mi è capitato di fare, sempre con grande comodità e piacere.

IN MOTO E ALLA SCRIVANIA - La fodera interna traspirante, al pari della tomaia, consente di espellere l’umidità, anche da fermi quando si sta con le gambe sotto la scrivania. La lavorazione della suola antiscivolo si è dimostrata efficace anche in condizioni di bagnato, sia a terra che sulla pedana dello scooter, tradizionalmente insidiosa.

CONCLUSIONI - In definitiva, per chi usa le due ruote a motore a 360°, considerando la loro linea e il prezzo, sostanzialmente coerente con quello di scarpe di tipo tradizionale, davvero non vedo il motivo di rinunciare alla protezione offerta da queste Sunset Evo proposte da Stylmartin, che non impongono nessun sacrificio in termini di comodità e sfoggiano un ottimo design made in Italy.

Per scoprire altri modelli o trovare maggiori dettagli, potete consultare il sito dell’azienda: www.stylmartin.it testo e foto di Max Carani

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento