Viaggiare in Europa: le regole da seguire Nazione per Nazione (AGGIORNATO)

Viaggiare in Europa: le regole da seguire Nazione per Nazione (AGGIORNATO)

Per le vostre vacanze in moto avete in mente una meta estera? Ecco la guida completa aggiornata al 2023, con formalità, documenti e prescrizioni per ognuno dei singoli paesi europei

Austria

    • Limiti di velocità: 130 km/h in autostrada, 100 km/h sulle extraurbane, 50 km/h sulle urbane. Su alcune autostrade limite a 110 km/h dalle 22 alle 5 del mattino

    • Dotazioni obbligatorie: kit di pronto soccorso (in contenitore solido a chiusura ermetica), giubbino riflettente da indossare in caso di guasto o incidente su strade extraurbane o in condizioni di scarsa visibilità

    • Dotazioni raccomandate:

    • Prescrizioni: luci accese

    • Bambini in moto: età minima 12 anni, a patto che arrivino a poggiare i piedi sulle apposite pedane

    • Filtering (superamento file): consentito

    • Tasso alcolico massimo: 0,49 g/l (0,01% per patentati da meno di 2 anni e autisti professionisti). Con tasso alcolemico fra 0,05 e 0,079% si viene multati. Da 0,08% c’è la revoca della patente

    • Pedaggi: tariffa specifica per le moto (38,20 euro per 14 mesi, 14,50 per 2 mesi, 5,80 per 10 giorni), obbligo di acquisto del contrassegno (vignetta), reperibile nelle stazioni di servizio nei pressi della frontiera. Dal 2018, è possibile acquistare la vignetta anche in versione digitale, collegandola al numero della targa. La vignetta, in versione digitale, può essere acquistata presso i punti vendita autorizzati oppure direttamente sul sito del gestore autostradale "Asfinag" (https://www.asfinag.at/en/toll/vignette/). Attenzione: se la vignetta digitale viene acquistata online, è valida non prima del diciottesimo (18°) giorno successivo all'acquisto, mentre, in caso di acquisto nei punti vendita autorizzati, la medesima è valida immediatamente.

    • Multe: fino a 90 euro sono pagabili sul posto. Per importi superiori l’agente di polizia può richiedere il pagamento di un deposito. Sono considerate gravi le infrazioni dei limiti di velocità. La Polizia austriaca può, in mancanza di pagamento contestuale della multa, confiscare a titolo di garanzia beni personali di valore non eccedente i 2.180 Euro.

    • Rete cellulare: reti 2G, 3G, 4G e 5G; gestori: A1, T-Mobile, Drei; schede prepagate Ring, Bob, Yesss!, Eety, HOT (Hofer)

    • Vigili del fuoco: 122 o 112

    • Polizia: 133 oppure 112

    • Ambulanza: 144 o 112

    • Soccorso stradale OAMTC: 120 (operativo 24 ore su 24 in tutto il Paese)

    • Moneta locale: euro

    • Lingue: tedesco. In alcune regioni sono conosciuti anche lo sloveno, il croato e l'ungherese

    • Documenti e raccomandazioni: Sono riconosciuti come documenti validi sia il passaporto che la carta d’identità.
      Attenzione in Tirolo, dove su alcune strade è proibito il transito alle moto con rumorosità superiore a 95 dB/A.
      In caso di incidenti durante il tempo libero le spese di trasporto aereo vengono coperte dallo Stato solo se il paziente è coperto da assicurazione complementare privata. Si raccomanda pertanto la stipula di un’assicurazione prima del viaggio.
      Su tutte le autostrade e superstrade austriache, è in vigore l’obbligo da parte degli automobilisti di agevolare il passaggio dei mezzi di soccorso, formando delle cosiddette “corsie di emergenza” (Rettungsgasse). Tutti i veicoli sulla corsia di sinistra sono tenuti a spostarsi il più possibile verso sinistra, mentre quelli che si trovano sulla destra il più possibile verso destra, occupando eventualmente anche la corsia di emergenza e rendendo così possibile la circolazione dei mezzi di soccorso sulla corsia centrale.
      L’uso personale di droghe, anche leggere, è considerato reato.
      L’encefalite da puntura di zecca è endemica nel Paese. Si raccomanda, previo parere medico, la vaccinazione specifica per coloro che intendano visitare, soprattutto nel periodo estivo, boschi e foreste o praticare attività all’aria aperta.
      Elisoccorso dopo un incidente: in Austria, le spese per il trasporto del paziente con elicottero, alla struttura sanitaria più vicina, vengono coperte dallo Stato solo nel caso in cui le condizioni del paziente o l’urgenza del caso non ne consentirebbero il trasporto su strada, nonché la necessità medica del trasporto aereo fosse certificata dal medico e riconosciuta dall’Ente previdenziale competente.
      In caso di incidenti occorsi durante il tempo libero, le spese di trasporto aereo vengono sostenute dallo Stato, solo se il paziente è coperto da assicurazione complementare privata. Si raccomanda pertanto la stipulazione di un’assicurazione complementare privata prima del viaggio.

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento