Comparativa SBK 2021: come sono fatte le protagoniste

Comparativa SBK 2021: come sono fatte le protagoniste

Sono belle, potenti e tremendamente efficaci in pista. Vantano dotazioni e prestazioni degne delle SBK di poche stagioni fa. Scopriamo le protagoniste del nostro confronto in pista a Vallelunga

Avete presente il Supplizio di Tantalo? Dalla mitologia indica il tormento di chi desidera moltissimo qualcosa che non può ottenere. Le Supersportive oggi sono in molti casi un supplizio per tanti appassionati. Sono belle, tecnologiche... da sogno. Me per prezzo, prestazioni ed effettivo utilizzo sono ormai merce rara sulle strade e relegate, come bestie feroci, alle gabbie che prendono forma di cordoli e box dei vari circuiti.

Le protagoniste della nostra Comparativa SBK 2021 sono quanto di meglio ci possa essere nel campo della moto sportiva. Sono il top delle rispettive Case in fatto di tecnica e prestazioni (ed anche prezzo di listino). Scopriamole insieme come sono fatte prima di vedere, alla prova dei numeri, chi avrà meritato lo scettro di Regina tra le regine secondo noi di In Moto, e se la Honda Fireblade - vincitrice del confronto 2020 - avrà trovato pane per i suoi denti.

APRILIA RSV4 FACTORY: EVOLUZIONE VINCENTE

La Casa di Noale ha rivisto in molti dettagli la sua V4 consegnando per il 2021 una moto ancora più efficace in pista ed un po' più godibile per chi ne volesse saggiare parte delle sue inesauribili doti su strada.

Un design figlio della aerodinamica (sono migliorati il coefficiente di resistenza e al tempo stesso la sovrapressione dell’aria nell’airbox) come dimostrano le alette, di grande superfice ed integrate nella carenatura. L’inedita centralina Marelli 11MP e la piattaforma inerziale a sei assi (entrambe con una maggior potenza di calcolo) vanno a migliorare gestione elettronica e logiche di funzionamento dell’APRC (il freno motore ora ha più livelli di regolazione). Sei i Riding Mode previsti, tre per la pista e tre per la strada (di cui uno personalizzabile): vengono regolati di conseguenza Traction Control, Wheelie Control, freno motore, ABS e altri parametri. La ciclistica vede un upgrade grazie al nuovo forcellone, più leggero e con capriata di rinforzo inferiore, ispirato alla MotoGP

Il poderoso 4 cilindri a V è leggermente cresciuto nella cilindrata (da 1.077 a 1.099 cc) e, nonostante l’Euro 5, esprime ancora più coppia. La potenza invece è invariata, 217 CV (dichiarati), anche grazie al nuovo impianto di scarico. Come sempre, due sono le versioni disponibili: standard e Factory. Si distinguono per l’allestimento, che nella Factory comprende i cerchi in alluminio forgiato, sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0 e pinze Brembo Stylema.

1 di 6

Avanti
  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento