MV Agusta, scomparso Andrea Magni

MV Agusta, scomparso Andrea Magni

Negli anni '50 ha fatto parte della scuderia del marchio varesino per poi collaborare con suo fratello Arturo nell'azienda di famiglia

Redazione - @InMoto_it

Dopo Arturo, fondatore dell'azienda Magni, scomparso nel 2015, ieri, 3 gennaio, se ne è andato anche suo fratello Andrea. Negli anni '50 erano entrambi colonne portanti del reparto corse di MV Agusta e hanno curato la meccanica di piloti del calibro di John Surtees, Mike Hailwood, Giacomo Agostini, Carlo Ubbiali e Phil Read.

MOTO, PASSIONE E FAMIGLIA

Nati e cresciuti insieme, con la passione per le due ruote, l'attenzione al design e un'immensa esperienza nel campo della meccanica. Se ne va un altro pezzo della storia di MV Agusta, un professionista che dalle strade di Samarate, a nord-ovest di Milano, ha iniziato il suo cammino verso il palcoscenico, o meglio, verso i più importanti circuiti. Dopo il ritiro di MV Agusta dalle corse nel 1976, il fratello Arturo decide di mettersi in proprio lavorando nella sua officina, la Elaborazione Magni, dove nasceranno modelli come la MH1 con motore Honda e le MB1 e MB2 con motore BMW. Alla fornitura dei motori per Moto Guzzi seguiranno esemplari, ideati dalle menti della famiglia Magni, che hanno fatto la storia delle due ruote nel nostro Paese, esempi di design e motorizzazione che resteranno sempre nel patrimonio motociclistico italiano.

PROVA MAGNI ITALIA, IL PARADISO IN TRE CILINDRI

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento