“Destinazione Paradiso" è il motto della settima edizione del BMW Motorrad International GS Trophy che prenderà il via nei primi mesi del 2020 e che si svolgerà in Nuova Zelanda, come appena rivelato dalla stessa Casa bavarese. Un altro luogo da sogno, dunque, per la maggior parte dei riders amanti dell’avventura. Le nazioni partecipanti ora affronteranno un periodo impegnativo, ospitando le qualifiche e selezionando le loro squadre per questa competizione globale emozionante e unica. Ben 18 le squadre internazionali; più, come nelle edizioni 2016 e 2018, un contingente femminile internazionale, che sarà selezionato nei prossimi mesi.

LE SQUADRE – Le squadre confermate per il 2020 sono: Australia, Cina, Francia, India, Italia, Giappone, America Latina, Malesia / Filippine, Messico, Medio Oriente, Scandinavia (Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia), Nord Africa (Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto), Russia, Sud Africa, Corea del Sud, Thailandia, Regno Unito, Stati Uniti d'America, più la squadra femminile

IL GS TROPHY IN OCEANIA - Dopo le lunghe giornate trascorse nella vasta steppa della Mongolia con l'edizione del 2018 svoltasi in Asia centrale, la Nuova Zelanda offrirà un ambiente di guida e un'esperienza molto diversi per i possessori delle GS, come spiega Ralf Rodepeter, responsabile marketing e gestione prodotti di BMW Motorrad: "Dopo la Tunisia, l'Africa australe, la Patagonia, il Canada, la Thailandia e, più di recente, la Mongolia, BMW Motorrad ha nuovamente cercato un luogo che offra un perfetto ‘terreno GS’. Servivano molti chilometri fuoristrada ‘legali’, con percorsi impegnativi, che attraversano paesaggi affascinanti e con un tocco esotico. La Nuova Zelanda offre tutto questo. La varietà di paesaggi mozzafiato dal mare ai vulcani alle montagne di alta quota, combinata con la vegetazione più bella e la ricca cultura Maori forniscono l'ambiente perfetto per quello che pensiamo sarà uno dei più interessanti edizioni del Trofeo GS”, conclude Ralf Rodepeter.

A PROPOSITO DELLA NUOVA ZELANDA - Si trova a 1500 km a est dell'Australia, nell'Oceano Pacifico meridionale. Ci sono due isole principali, Nord e Sud, oltre a una moltitudine di isole minori attorno alla costa. La massa terrestre combinata è di circa 270.000 kmq, che è leggermente più grande di quella del Regno Unito, ma la popolazione è di appena 4,9 milioni rispetto ai 66 milioni del Regno Unito.
Tenendo conto delle significative popolazioni urbane della Nuova Zelanda a Auckland, Wellington e Christchurch, la campagna è scarsamente popolata e molte regioni della Nuova Zelanda possono essere definite aree selvagge. Geologicamente è posizionata sopra le placche tettoniche del Pacifico e dell'Indo-Australia, quindi questo porta alla presenza di molti vulcani attivi, più una catena montuosa alpina che raggiunge più di 3700 metri. L'attività sismica è periodica.

Gran parte della flora e della fauna della Nuova Zelanda si sono evolute in isolamento da millenni, quindi sono uniche in questo paese. Ciò include l'uccello Kiwi, l'icona nazionale della Nuova Zelanda.
La variazione del paesaggio è sorprendente e i motociclisti possono aspettarsi di sperimentare di tutto, dalle foreste ai deserti alle montagne, probabilmente tutti nello stesso giorno. Visitandola agli antipodi dell'estate le temperature dovrebbero essere simili a quelle dell'Europa centrale ad agosto.
La Nuova Zelanda è anche ricca di cultura e quella dei popoli indigeni Maori - con forti principi di comunità e arti e mestieri straordinari - è particolarmente unica e apprezzata.

IL GS TROPHY - L'International GS Trophy punta a celebrare lo spirito della BMW GS, con tutti i suoi risvolti di svago, avventura e sfida che questa moto genera. L'evento non è una gara, bensì una competizione a squadre, che lancia il contingente internazionale di motociclisti GS l'uno contro l'altro in una serie di sfide - e non tutte coinvolgono la guida. Con i concorrenti accampati di notte in un bivacco, l'evento promuove anche un senso di fratellanza e cameratismo. Il GS Trophy è una anche celebrazione della cultura e della natura, e i partecipanti imparano a conoscere e capire i popoli e i terreni delle regioni che incontrano.