La Residenza Comunale di Rimini ha ospitato ieri, 26 settembre, la conferenza stampa di presentazione della terza edizione del Transitalia Marathon. Rimini, infatti, anche quest’anno ospiterà il Village e la partenza della manifestazione mototuristica. Alla presentazione hanno partecipato l’organizzatore, Mirco Urbinati, il presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Copioli ed il campione del mondo di enduro, Giovanni Sala. A fare gli onori di casa l’assessore allo sport, Gian Luca Brasini che ancora una volta ha ribadito il forte legame che la città ha con lo sport e, da qualche tempo, anche con i motori.

L'ORGANIZZATORE MIRCO URBINATI ha snocciolato alcuni dati: 289 partecipanti, 12 nazionalità presenti, 130 Comuni attraversati dal percorso con 7 province e 4 regioni. Una manifestazione non competitiva che è ormai entrata nel cuore degli appassionati. Basti pensare che le iscrizioni sono chiuse dopo soli 14 minuti dalla loro apertura, il 24 gennaio scorso: Urbinati non vuole andare oltre quel numero, per assicurare la gestione della manifestazione in sicurezza.

DA RICCIONESE quale è, il presidente FMI Giovanni Copioli ha sottolineato l’importanza della Transitalia Marathon non solo per il territorio italiano ma anche e soprattutto per la riviera adriatica che diventa protagonista per due giorni di un evento tanto importante a livello internazionale. Un livello che aumenta, sia in termini numerici – nella prima edizione il numero dei concorrenti fu limitato a 120 per poi venir raddoppiato l’anno dopo – che di personaggi e vip. Oltre ai già noti Bruno Birbes e Roberto Boano, ex dakariani doc, quest’anno saranno al via anche campioni come Fabio Fasola ed Enzo Manenti, protagonisti negli anni Novanta della versione agonistica, del Transitalia, oltre a Livio Metelli che partirà il prossimo gennaio per la sua terza Dakar, e Alex Zanotti che dopo tante Dakar parteciperà per la prima volta, a fine dicembre, all’Africa Eco Race.

LA TRANSITALIA MARATHON 2017, che si terrà dal 27 al 30 settembre è organizzato dal Moto Club Strade Bianche in Moto e da Minoa Group di Mirco Urbinati – Istruttore federale di Guida Sportiva– e vuol essere una porta che si aprirà sull’Italia e sulle sue strade sterrate, e sul piacere di poterle percorrere con la propria moto.  

IL PROGRAMMA - La partenza avverrà da Rimini e poi si viaggerà attraverso il centro della penisola, raggiungendo quei posti e quelle località che hanno lasciato ottimi ricordi agli amici del Transitalia Marathon. Di nuovo sulle tracce e sui solchi tracciati dal terremoto che continua a scuotere il centro Italia, la manifestazione si prefigge di portare un sorriso, e tanta solidarietà a tutti i moto club che sono tuttora coinvolti nella battaglia contro questo terribile ‘nemico’ naturale. Si scenderà verso il centro-sud, fermandosi di nuovo sull’Adriatico e poi si tornerà indietro.

LA TERZA EDIZIONE, internazionale e non agonistica, farà ancora parte del Calendario d’Eccellenza Turismo Adventouring FMI e sarà sempre suddivisa in tre giornate, per un totale di circa 900 chilometri. Le moto ammesse saranno suddivise in tre categorie: Gloriose, Maxienduro-Rally moderne e Squadre.

PROPRIO COME NEI VERI RALLY, il Transitalia Marathon vedrà l’introduzione dei controlli orari e di passaggio. Le tappe saranno divise in settori, ognuno dei quali avrà un tempo imposto di percorrenza. Ogni partecipante dovrà avere cura della propria tabella di marcia, vera e propria compagna di viaggio, sulla quale l’organizzazione porrà i tempi di passaggio ai controlli orari per ogni iscritto.