Nella splendida cornice di Villa Des Vergers, Benelli ha presentato ufficialmente la sua ultima novità: la Leoncino, bicilindrica 500cc vista per la prima volta sotto forma di concept ad EICMA 2015. Un mezzo dalla linea affascinante che eravamo molto curiosi di provare.

IL NOME è lo stesso della celebre progenitrice del 1956 che regalò molte soddisfazioni alla Casa di Pesaro. Benelli non nasconde di avere grandi ambizioni per questa new entry che, molto fedele al concept di 2 anni fa, si distingue per l’elevata originalità, a partire dalle linee inedite del serbatoio e dei fianchetti. Tecnicamente (ed esteticamente) sono di forte impatto la forcella a steli rovesciati da ben 50 mm e il telaio a traliccio in tubi d’acciaio che si accompagna al forcellone. Anche la fanaleria, full LED, consente di riconoscerla al primo “sguardo”.

ALLA PROVA DEI FATTI, la Leoncino si è rivelata anche molto piacevole da condurre sulle tormentate strade che, dall’entroterra di Riccione, portano al Montefeltro. Il motore è regolarissimo e fa appena sentire la sua voce, ma consente di divertirsi tra le curve, ben supportato da sospensioni e ciclistica. 48 cavalli possono certo bastare, e soprattutto faranno la felicità di chi non cerca prestazioni stratosferiche, ma emozioni e suggestioni a casco aperto. Come si suol dire "una motocicletta fatta e finita" che non teme il confronto con le altrettanto agguerrite concorrenti di questo segmento... forte, la Leoncino, del blasone Benelli, che fa moto sin dal 1911.

PREGI, DIFETTI e tutte le caratteristiche tecniche e dinamiche del nuovo Benelli Leoncino, sul prossimo numero di InMoto in edicola.