Le caratteristiche che lo hanno fatto diventare in poco tempo lo scooter 125 di maggior successo in tutta Europa rimangono invariate: sistema start&stop, consumi record (47,4 km/l), serbatoio da 8 litri, 375 km di autonomia, luci anteriori e posteriori a led. Ciò che cambia, nella versione PCX125 per il 2017, è l’omologazione, perché ora è diventato rispettoso delle normative Euro4.

FRENATA COMBINATA - Un aggiornamento importante, per un mezzo pensato, realizzato e commercializzato per le città, spesso soggette a restrizioni nel traffico a causa dello smog. Con la nuova omologazione, il PCX versione 2017 potrà girare senza limitazioni. E’ spinto da un motore monocilindrico da 125 cc raffreddato a liquido, fissato su un telaio in tubi di acciaio su cui sono montati anche una forcella telescopica e un forcellone in alluminio con doppio ammortizzatore. Sulle ruote da 14 lavora un impianto disco-tamburo dalla frenata combinata CBS.

RICARICARE LO SMARTPHONE - Pesa 130 kg, il PCX, che ha una sella alta da terra 760 mm (in grado di agevolare le manovre da fermo) e che può contare anche su una presa a 12 volt posizionata nel retroscudo, utile per ricaricare lo smartphone. Sul cruscotto digitale, sono visualizzati tachimetro, contakm totale e parsiale, livello carburante, trip computer e orologio. Cinque i colori per l’Italia: bianco, nero, grigio, rosso e grigio opaco. Nella gamma di accessori, tra gli altri, ci sono parabrezza, bauletto da 26 litri e allarme.